Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Sale a tre il numero delle ragazze abusate dal profugo del Mali

Alla caserma dei carabinieri di Mestrino arriva la terza denuncia a carico di Yaya K., il 22enne in carcere a seguito della violenza usata nei confronti di una minore. L'ultimo episodio denunciato sarebbe a carico di una 15enne

Lo ha riconosciuto dalle foto diramate a mezzo stampa a seguito del suo arresto. Yaya K., il 22enne profugo del Mali in carcere per una violenza sessuale su minore, avrrebbe perpetrato abusi in più ragazzine, come testimonia la terza denuncia arrivata a suo carico. Come riportato dai quotidiani locali, una terza ragazza, appena 15enne, si sarebbe presentata alla caserma dei carabinieri di Mestrino dichiarando di essere stata fermata per strada dallo straniero che, dopo aver tentato un approccio "amorevole", avrebbe allungato le mani e l'avrebbe palpeggiata nelle parti intime.

I PRECEDENTI. Tutto ha inizio il 19 agosto con la denuncia sporta da una 17enne, residente nella prima periferia di Padova, che si è recata alla locale caserma dei carabinieri ed ha raccontato di essere stata molestata dall’immigrato. Da lì i militari dell'arma erano risaliti all'immigrato che era ospite di un albergo a Montegalda, nel Vicentino. A questo episodio se ne aggiunse un secondo, raccontato da una ragazza maggiorenne che il giorno seguente, dopo avere visto le foto del 22enne apparse sui giornali, corse a denunciare il fatto ai carabinieri di Vicenza. Secondo quanto raccontato dalla ragazza, l'aggressione ebbe luogo nel mese di luglio

ALTRE POSSIBILI VITTIME. Viene da pensare che il numero delle vittime sia superiore alle tre che hanno avuto il coraggio di sporgere denuncia nei confronti del profugo sbarcato a Lampedusa il 31 maggio scorso e che ad oggi ha fornito alle forze dell'ordine una lunga serie di alias, tra cui Karl Marx.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale a tre il numero delle ragazze abusate dal profugo del Mali

PadovaOggi è in caricamento