menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non era la prima volta": un'altra ragazza accusa profugo di violenza

Dopo l'arresto, giovedì a Padova, di un 22enne del Mali, accusato di avere molestato una 17enne in città, ai carabinieri di Vicenza è arrivata la denuncia di un'altra vittima: l'aggressione risalirebbe ad un mese fa

Non era la prima volta che il profugo aggrediva sessualmente una ragazza. Il 22enne del Mali, arrestato giovedì a Padova dopo avere molestato una 17enne, aveva colpito anche a Vicenza. 

NON ERA LA PRIMA VOLTA. Dopo avere visto le foto del 22enne apparse sui giornali, la seconda vittima è corsa a denunciare il fatto ai carabinieri di Vicenza. La ragazza, maggiorenne, ha raccontato di avere subìto un'aggressione un mese fa. 

L'INTERROGATORIO. L'uomo, sbarcato a Lampedusa a fine maggio, interrogato dal giudice, si è avvalso della facoltà di non rispondere. L'arresto è stato convalidato e il 22enne resta in carcere.

GLI ALIAS. Nel pomeriggio di venerdì, inoltre, le forze dell'ordine hanno scoperto che l'uomo accusato dei due atti di violenza, non sarebbe chi dice di essere. Avrebbe dato il nome di un altro profugo conosciuto forse in un centro di accoglienza o durante il viaggio. Le impronte digitali avrebbero rivelato la sua vera identità. L'uomo sarebbe un senegalese richiedente asilo, ospitato in una comunità di Montegalda. In passato aveva già avuto atteggiaenti violenti, forse per questo ha deciso di tentare lo scambio. Un espediente già usato in passato: fermato per un controllo mesi fa aveva detto di chiamarsi "Karl Marx".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento