I Progetti del Cuore portano a Trebaseleghe un nuovo mezzo per anziani e disabili

Alla cooperativa Volti Amici sarà donato un veicolo attrezzato per realizzare il progetto benefico sostenuto dalle attività locali e dalla showgirl Annalisa Minetti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Arrivano anche a Trebaseleghe i Progetti del Cuore, nati per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito ai cittadini diversamente abili del comune. Verrà presto fornito un veicolo in comodato d’uso gratuito per un periodo di quattro anni, durante i quali il servizio sarà garantito e gestito in maniera integrale, dall’allestimento per il trasporto disabili alla gestione delle spese (come l’assicurazione compresa di copertura Kasko).

LE CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO.

A ricevere l’automezzo sarà la cooperativa Volti Amici, che avrà presto a disposizione un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto dei cittadini diversamente abili e in stato di necessità. Il servizio si occuperà degli spostamenti degli utenti per visite, terapie, cure, gite a scuola e nel tempo libero, oltre a gestire gli spostamenti dalle rispettive case fino alla cooperativa per le famiglie impossibilitate a gestire le esigenze dei congiunti in difficoltà.

UNA PARTNER SPECIALE.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito dei Progetti del Cuore: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i Progetti del Cuore come quello che si sta portando avanti a Trebaseleghe: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria. Anche il Sottosegretario di Stato del Ministero della Salute e il Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali hanno fornito il proprio plauso all’iniziativa, ribadendo che la sussidiarietà che nasce sul territorio dalla collaborazione tra pubblico e privato è uno strumento importantissimo che semplifica la vita delle persone, il loro inserimento e la partecipazione".

LA PARTECIPAZIONE DELLE ATTIVITÀ LOCALI.

Le aziende potranno trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, ricevendo in cambio un sicuro riconoscimento da parte della comunità e permettendo la sussitenza del progetto. In questi giorni la società incaricata Progetti di Utilità Sociale si occuperà di informare i titolari della attività economiche sulle caratteristiche dell’iniziativa. Annalisa Minetti, che ha spiegato di essersi avvicinata a questo progetto dopo avere scoperto che anche un suo stretto familiare usufruisce di un mezzo di trasporto come quello che opererà a Trebaseleghe - acquistato, trasformato, omologato, mantenuto in servizio e assicurato grazie agli sponsor delle aziende - ha già avuto modo di firmare personalmente la pergamena di ringraziamento che sarà consegnata a tutte le attività che parteciperanno a questo percorso solidale.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento