Il capo della polizia Franco Gabrielli al Bo per la firma del protocollo con l'Università

Martedì pomeriggio alla presenza delle massime autorità cittadine è stata posta la firma e inaugurata la mostra. In serata concerto della banda della polizia al Verdi

Martedì 11 giugno nell’aula Nievo del palazzo del Bo è stato firmato dal capo della polizia Franco Gabrielli e dal rettore dell’università di Padova Rosario Rizzuto il protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Interno-Dipartimento di Pubblica Sicurezza e l’Università degli Studi di Padova – Dipartimento di Diritto Pubblico Internazionale e Comunitario.

Il protocollo

Il protocollo è destinato ad avviare una specifica collaborazione tra la polizia di stato e l’ateneo patavino per realizzare un progetto per promuovere attività interdisciplinari allo scopo di studiare e sviluppare best practies, a realizzare incontri di studio, iniziative comuni per migliorare il livello di qualificazione e specializzazione degli operatori, pubblicazioni e stage, con specifico riferimento al diritto di polizia preventivo e repressivo, agli aspetti connessi agli accertamenti di carattere tecnico scientifico e alla loro successiva utilizzabilità in ambito processuale.

La mostra

In serata è stata inaugurata la mostra fotografica nazionale itinerante "Frammenti di Storia. L'Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della polizia scientifica" all'interno del cortile antico del Palazzo del Bo. Oltre al capo della polizia Franco Gabrielli hanno presenziato all'evento il direttore della Direzione Centrale Anticrime dott. Francesco Messina e del direttore del Servizio Polizia scientifica, dott. Luigi Rinella. Da martedì 11 a sabato 15 giugno, i visitatori potranno ammirare gratuitamente le esclusive immagini dei momenti più drammatici e significativi della storia italiana: oltre ai pannelli fotografici che documentano fatti come l'arresto di Sandro Pertini, il futuro presidente della Repubblica, l'omicidio di Giacomo Matteotti avvenuto nel 1924, e poi, risalendo la corrente del tempo, il sequestro di Aldo Moro, il mostro di Firenze, le stragi di mafia e quelle dell'eversione nera. Saranno esposti anche materiali esclusivi relativi a importanti avvenimenti di cronaca nera riguardanti la città di Padova. L'iniziativa, inaugurata a Roma nell'aprile dello scorso anno, è frutto del lavoro ultracentenario della Polizia Scientifica, uneccellenza del panorama mondiale, da sempre al servizio delle libertà del cittadino.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento