rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Piove di Sacco

Mancano i medici, chiude il Punto nascite di Piove. Ulss 6: "Non ci sono più gli standard di sicurezza"

Una sospensione temporanea dovuta non a un decreto ministeriale, ma alla grave carenza di specialisti. Decisioni forzate cadute a pioggia sull'Azienda Ospedaliera e sulla Ulss

La Ulss 6 Euganea interviene con una nota per spiegare le ragioni della sospensione dell'attività di sala parto all'ospedale di Piove di sacco dopo la drastica diminuzione del numero di specialisti disponibili.

Non ci sono medici

"La Direzione strategica dell’azienda - si legge nel comunicato stampa - ribadisce che la sospensione delle attività di sala parto all’ospedale Immacolata Concezione è stata decisa a seguito della grave carenza di disponibilità di medici specialisti". La decisione è conseguenza della relazione del direttore sanitario emanata il 10 luglio: ne emerge una grave carenza di anestesisti e ginecologi, "resa ancora più critica dalla decisione dell’Azienda ospedaliera di Padova di ridurre da 24 a 6 ore al giorno la presenza del pediatra nel presidio ospedaliero piovese - proseguono -, presenza che la programmazione regionale prevede sia assicurata dall’Azienda ospedaliera stessa". La riduzione delle ore è dipesa a sua volta dalla diminuzione della presenza del pediatra, anche stavolta a causa della esigua disponibilità di specialisti.

Il problema della sicurezza

"Con 4 ginecologi rispetto agli 8 previsti e con 10 anestesisti sui 14 previsti, non si può assicurare nel Punto nascita il mantenimento degli standard di sicurezza necessari", afferma la Ulss. Che precisa di aver vagliato tutte le strade possibili per acquisire nuove risorse, per le quali si è già in possesso delle autorizzazioni della Regione. Le procedure attuate purtroppo non hanno consentito, per carenza numerica, di assumere gli specialisti necessari.

Una criticità diffusa

Una marginale rassicurazione arriva dalla sinergia tra le varie strutture del territorio: "Le altre unità operative specialistiche della Ulss 6 Euganea assicurano un significativo supporto al presidio di Piove di Sacco - si legge - ma essendo le medesime in carenza di medici non possono garantire la copertura di tutte le nuove esigenze venutesi a creare".

Le tempistiche

La sospensione delle attività di Punto nascita, trasformato temporaneamente in Centro maternità, durerà il tempo necessario a garantire il reperimento e la stabilizzazione delle risorse specialistiche previste, ad adeguare il modello organizzativo, aumentare le competenze professionali per garantire gli standard di personale e organizzativi idonei a mantenere in sicurezza la struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano i medici, chiude il Punto nascite di Piove. Ulss 6: "Non ci sono più gli standard di sicurezza"

PadovaOggi è in caricamento