Cronaca

Aggrediscono con una spranga la vittima per rubarle il cellulare: denunciati

Due uomini hanno aggredito un tunisino che ha dovuto rifugiarsi in un bar per sfuggire alla violenza. L'obiettivo dei due era rubare il suo cellulare: i carabinieri li hanno identificati

Due persone sono state sottoposte a fermo di indiziato di delitto per aver aggredito un 30enne, con l’obiettivo di rubargli il cellulare.

Il fatto

Nel pomeriggio di lunedì 31 maggio i carabinieri della stazione di Piombino Dese hanno proceduto alla perquisizione di due marocchini senza fissa dimora di 36 e 22 anni, sospettati di aver aggredito un tunisino di 30 anni la sera del 16 maggio, tanto che la vittima ha dovuto rifugiarsi all’interno di un bar a Piombino Dese per trovare aiuto. I due sono stati trovati in possesso di un bastone in ferro utilizzato per colpire ripetutamente il tunisino che poi ha spiegato che i due aggressori volevano rubargli il cellulare, il che ha fatto mutare il reato da lesioni personali a rapina. Un altro marocchino di 26 anni, trovato assieme ai due, aveva 6 cellulari rubati nelle provincie di Trento e Treviso quindi è stato denunciato per ricettazione. I tre avevano anche 53 grammi di hashish, un bilancino di precisione, materiale per confezionare le dosi e 1.180 euro in contanti, probabilmente guadagnati spacciando. Per questo sono stati denunciati anche per detenzione a fini di spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediscono con una spranga la vittima per rubarle il cellulare: denunciati

PadovaOggi è in caricamento