Anziani legati alle sedie e rapinati in casa, presi i responsabili: tre stranieri in manette

Il fatto era avvenuto alle 20.30 circa del 9 febbraio scorso, in via Este, a Masi

L'abitazione dove era avvenuta la rapina

I carabinieri di Este domenica hanno arrestato tre extracomunitari che il 9 febbraio 2017, a Masi sequestrarono e rapinarono, all’interno della propria abitazione, una coppia di ultraottantenni. In manette R.Y., 30enne marocchino residente a Gazzo Veronese (Verona), nulla facente, C.K. 29enne e E.H.R. 24enne, entrambi marocchini, senza fissa dimora e gravati da precedenti.

L'intervista al comandante provinciale dei carabinieri di Padova

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

LEGATI E RAPINATI. Il fatto era avvenuto alle 20.30 circa in via Este. Tre persone, travisate e con accento verosimilmente dell'Est Europa, si erano introdotte nella casa degli anziani coniugi tramite la porta d'ingresso lasciata aperta. Una volta dentro, avevano immobilizzato i proprietari, legandoli a delle sedie, per poi iniziare a rovistare nell'appartamento, da cui hanno sottratto 200 euro in contanti e gioelli per un valore ancora da quantificare.

ILLESI. Terminato il colpo, i malviventi erano usciti dal retro con il bottino, facendo perdere le proprie tracce. Tanto spavento per le vittime, che, per fortuna, non avevano riportato lesioni (i banditi non sarebbero stati violenti). Era stato il marito, da solo, a liberare se stesso e la moglie dopo circa 40 minuti dalla fuga dei rapinatori. La donna era stata portata in ospedale per un controllo, ma le sue condizioni erano buone.

INDAGINE. L'attività investigativa dei carabinieri è nata a seguito della segnalazione arrivata alla stazione di Castelbaldo dove un testimone segnalava una Ford Mondeo con targa parziale transitare a Masi con fare sospetto. Transito che era stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. I carabinieri, tra i veicoli corrispondenti alla targa, ne hanno individuato uno intestato ad una donna, risultata poi essere la compagna di R.Y. su cui l'uomo, il 13 febbraio successivo, era stato trovato al volante durante un controllo dei carabinieri di Mantova che lo arrestarono per un ordine di carcerazione.

CATENINA E ABITI. Dalla descrizione dei malviventi fornita dai due anziani rapinati, i militari avevano trovato riscontro in R.Y. Non solo, nella cella del carcere di Mantova dove l'uomo si trovava recluso, i carabinieri hanno rinvenuto gli abiti utilizzati il giorno della rapina e tra gli effetti personali del 30enne anche la collana in oro di proprietà dell'anziana di Masi.

ARRESTI. Ricostruendo i contatti e le abitudini di R.Y., su disposizione del sostituto procuratore di Rovigo Monica Bombana, i carabinieri hanno identificati gli autori della violenta rapina a danno degli anziani  coniugi di Masi. I tre sono stati rispretti al carcere di Mantova, Rovigo e Vicenza.

INDAGINI IN CORSO. L'obiettivo dei ladri erano dei fucili da caccia che l'anziano possedeva in casa, erano ben nascosti l'ottantenne non aveva rivelato dove si trovavano. I carabinieri stanno indagano per capire chi ha dato l'informazione sulle armi e su chi sia il basista del colpo.

PENA CERTA. “Hanno commesso uno dei reati più odiosi come la rapina contro persone deboli e indifese come due anziani. Adesso devono restare in carcere fino all’ultimo minuto della condanna che riceveranno, perché la certezza della pena è un cardine della legalità. Bravi i Carabinieri che hanno individuato e acciuffato questi criminali d’importazione”. Lo dice il presidente della Regione, commentando gli arresti effettuati dai carabinieri della compagnia di Este.

GUERRA AL CRIMINE. “Dopo mesi d’indagini – aggiunge il governatore – carabinieri e Procura li hanno incastrati, e questo successo costituisce anche un messaggio forte a tutta la malavita: con questi inquirenti e queste forze dell’ordine la guerra al crimine non conosce e non conoscerà soste e nessuno pensi di farla franca tanto facilmente, nemmeno se il tempo passa”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

  • Curva ad alta velocità, auto sbanda e si rovescia di prima mattina: ferita una donna

  • Auto esce di strada dopo essersi cappottata più volte: tre feriti, uno è grave

Torna su
PadovaOggi è in caricamento