menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia scientifica durante il sopralluogo. A destra, il cartello affisso all'ingresso

La polizia scientifica durante il sopralluogo. A destra, il cartello affisso all'ingresso

Rapina in banca in pieno giorno: ostaggi rinchiusi nel caveau, si liberano dopo un'ora

Una rapina si è consumata nel primo pomeriggio di mercoledì in via Vigonovese, nella filiale di un istituto di credito. I banditi sarebbero poi fuggiti. Sul posto la polizia scientifica

Assalto alla filiale della banca Antonveneta di Monte dei Paschi di Siena, dove una banda di rapinatori ha tenuto in ostaggio alcune persone.

Rapinatori e ostaggi

La rapina è scattata attorno alle 12 quando un commando formato, pare, da tre o quattro uomini, ha fatto irruzione nell'edificio di via Vigonovese. All'interno si trovavano una decina di dipendenti e alcuni clienti, per un totale di circa quindici persone. I banditi, descritti come italiani dall'accento meridionale, sono entrati con il volto coperto da occhiali da sole, cappellini e sciarpe e per l'intera durata dell'azione non avrebbero estratto alcuna arma.

La rapina

Uno di loro, entrato per primo, avrebbe gridato di stare calmi, facendo scendere gli ostaggi, con l'aiuto di almeno due complici, nel caveu al piano interrato. Mentre restavano rinchiusi e sorvegliati a vista, il direttore sarebbe stato trattenuto al piano di sopra e solo al termine della rapina trasferito nella cella. Dall'esterno nessuno avrebbe notato nulla di sospetto, tanto che gli altri clienti arrivati durante l'assalto solo una volta all'interno si sarebbero resi conto di quanto stava accadendo. Anche loro sarebbero poi stati trasferiti nel caveau con gli altri ostaggi. Dopo poco meno di un'ora i banditi avrebbero abbandonato la banca e il direttore e un dipendente, grazie a un bastone recuperato, sarebbero riusciti a raggiungere le chiavi del caveau abbandonate a terra, liberando gli altri e dando l'allarme. Sul posto è intervenuta la polizia scientifica per il sopralluogo, mentre la Squadra mobile sta seguendo le indagini. Nessun dubbio che si tratti di professionisti: senza estrarre le armi il commando sarebbe infatti riuscito a farsi consegnare il bottino, ancora in fase di quantificazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento