menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
"Ferrari oro" ad Este

"Ferrari oro" ad Este

Ladri al "compro oro" scappano a mani vuote: arrestati subito dopo

Martedì mattina, tre individui, tutti italiani, si sono introdotti nel negozio in via Massimo d'Azeglio ad Este, armati di coltello. La grida della titolare li hanno spaventati e messi in fuga. Fermati dai carabinieri poco distante

Avevano puntato il "compro oro" di via Massimo d'Azeglio, in centro ad Este, ma qualcosa è andato storto. Due rapinatori con il volto in parte travisato hanno fatto irruzione all'interno del negozio intorno alle 10.50 di martedì mattina, armati di coltello. Un terzo complice attendeva i compagni in auto. La coppia di malviventi ha minacciato la titolare con l'arma bianca, intimandole di consegnare incasso e gioielli. Peccato che la donna, sotto choc e colta da una crisi di panico, abbia iniziato ad urlare talmente forte da richiamare l'attenzione dei passanti. A quel punto, i due malviventi hanno deciso di scappare, per non finire nei guai, raggiungendo a piedi l'Audi A3 nera con a bordo il terzo uomo.

L'INSEGUIMENTO. Le manovre spericolate dei fuggitivi non sono passate però inosservate ad un carabiniere della compagnia di Este fuoriservizio. Il militare notando che la targa del veicolo era contraffatta (sopra quella originale ne era attaccata un'altra in plastica di fattura artigianale,) ha iniziato a seguire l'Audi con la propria autovettura, allertando nel frattempo i colleghi,che, con le sue indicazioni sono riusciti a bloccare i fuggitivi in via Petrarca.

GLI ARRESTATI. Si tratta di Giuseppe L., 20enne, disoccupato, di Demien I., di 26 anni, venditore ambulante, e di Bruno O., 28enne, disoccupato. Tutti e tre italiani, del Torinese, e tutti pregiudicati. L’immediata perquisizione personale e dell'auto ha permesso il rinvenimento di tre radiotrasmettitori (di cui uno sintonizzato sulle frequenze delle forze dell’ordine) e di altri arnesi atti allo scasso. L’arma utilizzata per minacciare la titolare del compro oro è stata rinvenuta, dopo meticolosa ricerca, nei pressi del luogo dell’arresto: si tratta di un coltello di circa 30 centimetri. Tutti a gli arrestati sono stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria e rinchiusi nella casa circondariale di Rovigo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento