menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vanità incastra il rapinatore: tradito da un dettaglio, ha gravemente ferito un'anziana

Mentre la sua vittima si sta ancora riprendendo dal violento scippo degenerato in rapina, i carabinieri hanno individuato il sospettato numero uno grazie al suo look

Per derubare la sua preda aveva curato ogni dettaglio, certo di non essere mai preso. La sua vanità gli è però costata cara, perché un curioso particolare ha condotto i carabinieri dritti da lui.

Accuse e indizi

Così venerdì mattina un 41enne, di professione giostraio, si è visto recapitare una denuncia dai militari di Carmignano di Brenta, la cittadina dove un mese fa si è consumato quello che da scippo è diventato una rapina. Pesanti le accuse nei confronti dell'uomo, che è ritenuto responsabile di rapina impropria e lesioni per aver derubato e mandato all'ospedale un'anziana.

Lo scippo

Era il 14 settembre quando il 41enne ha puntato la sua vittima ed è entrato in azione. Ha adocchiato e seguito a distanza una 77enne di Fontaniva. Poi, al momento propizio, l'ha affiancata e superata a bordo di uno scooterone strappandole la borsetta. Il dramma si è consumato in pochi attimi: tra la velocità della moto e la violenza usata dall'uomo, l'anziana si è sbilanciata cadendo violentemente a terra mentre il rapinatore si allontanava a tutta velocità.

La vittima ferita

Intontita e dolorante, è stata soccorsa da alcuni passanti che hanno chiamato l'ambulanza. Dopo le prime medicazioni è stato necessario il ricovero, che ha riscontrato la frattura di una clavicola e un forte trauma cranico. A distanza di un mese, mentre il suo presunto scippatore è stato individuato, lei sta ancora facendo i conti con la riabilitazione.

Dettaglio inconfondibile

Dopo aver denunciato il fatto ai carabinieri sono partite le indagini, che immediatamente hanno puntato sui video registrati dalle telecamere in quegli attimi concitati. I frame mostravano la scena, con la moto in avvicinamento e a bordo un uomo completamente coperto da un giaccone e un casco integrale. Riconoscerlo era quasi impossibile, non fosse stato per le scarpe. Un modello particolare e alquanto insolito che dopo una serie di raffronti ha portato gli inquirenti a individuare il giostraio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento