menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il supermercato Prix di Pontelongo

Il supermercato Prix di Pontelongo

Rapina con pistola scacciacani al supermercato Prix: 3 arresti

Il fatto martedì a Pontelongo. I 3 banditi - un operaio, un artigiano e un idraulico - si erano impossessati di 2mila euro. Sulle loro tracce i carabinieri che sono riusciti a individuarli subito e arrestarli

Un operaio, un artigiano e un idraulico. Sono i tre componenti della banda che nel tardo pomeriggio di martedì, alle 18.30, hanno rapinato il supermercato Prix di Pontelongo armati di pistola – successivamente risultata una scacciacani priva del tappo rosso – allontanandosi con un bottino di circa 2mila euro. Grazie però alla pronta segnalazione alle forze dell'ordine da parte dei dipendenti e dei clienti, a quell'ora alla vigilia del 25 aprile molto numerosi in negozio, la caccia all'uomo si è conclusa positivamente nell'arco di pochi minuti.

IL TENTATIVO DI FUGA E L'ARRESTO. I tre italiani, dopo essersi allontanati a bordo di una Fiat Uno rubata ad hoc a Piove di Sacco per la rapina, avevano successivamente traslocato per ultimare la fuga su un'utilitaria “pulita” risultata poi intestata a un familiare dei tre. Sono stati i militari del locale Nucleo operativo e radiomobile ad intercettarli sulla strada che collega Piove a Pontelongo, insospettiti dall'auto con tre individui che tentava di svoltare in corrispondenza del posto di blocco. Fermati, i malviventi non hanno abbozzato la minima reazione. Nell’auto i militari hanno rinvenuto un marsupio contenente la scacciacani, guanti, passamontagna, la refurtiva e gli attrezzi utilizzati per il furto della Uno.

t. bruno-2d. massimiliano-2p. giulio-2Ammanettato, il trio ha ammesso subito le proprie responsabilità. Condotti al carcere “Due Palazzi” di Padova, sono stati identificati quali vecchie conoscenze delle forze dell'ordine del Piovese e del Veneziano: Bruno T., 38enne artigiano da Campolongo Maggiore, Giulio P., 39enne idraulico da Piove di Sacco, e Massimiliano D., 43enne operaio da Campagna Lupia. Proseguono nei loro confronti in queste ore da parte degli inquirenti gli accertamenti circa possibili coinvolgimenti in analoghi episodi criminosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento