menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinatore seriale di lucciole e trans tra Padova e Limena patteggia tre anni

I fatti risalgono all'ottobre del 2015. Quattro i colpi contestati. Martedì, il patteggiamento

In pochi giorni era diventato l'incubo delle prostitute tra Padova e Limena. Quattro i colpi messi a segno (tutti nell'ottobre del 2015), sempre con le stesse modalità: accostava l'auto al marciapiede, si sporgeva dal finestrino per concordare la tariffa per un rapporto, poi faceva montare a bordo la vittima, infine la minacciava - di solito con un coltello - e si faceva consegnare i soldi. Non c'era voluto molto per identificare il rapinatore, S.G., 39enne di Vigodarzere: grazie alle denunce sporte e ai dettagli forniti dai malcapitati (tre lucciole e un transessuale), l'uomo era stato facilmente identificato.

PATTEGGIA TRE ANNI. Al termine dell'inchiesta contro di lui, il pubblico ministero Roberto D'Angelo - come riportano i quotidiani locali - ne aveva chiesto il rinvio a giudizio. Così, martedì, il rapinatore seriale di prostitute è finito davanti al gup Margherita Brunello, che ha accolto la richiesta di patteggiare tre anni di carcere presentata dal suo legale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento