menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un frame della rapina al bar Capriccio

Un frame della rapina al bar Capriccio

Tre rapine in dieci giorni: ex carabiniere vuota il sacco davanti al gup, patteggia 5 anni

Nel marzo 2015, in compagnia di un complice, aveva messo a segno tre colpi tra Vigonza e Noventa Padovana. Martedì, in tribunale a Padova, ha ammesso le sue colpe

Nel 2015 fu l'autore di tre rapine messe a segno con un complice tra Vigonza e Noventa Padovana. Martedì, a distanza di due anni dai fatti, davanti al gup Mariella Fino, come riportano i quotidiani locali, ha patteggiato a cinque anni di carcere. L'imputato è un 37enne di Chioggia (Venezia) che all'epoca era un carabiniere in forza al IV Battaglione Veneto di Mestre.

CARCERE.

L'ex militare davanti al gup ha ammesso le sue colpe ed è stato ricondotto al carcere militare di Santa Maria Capua Vetere dove si trovava recluso. Nel 2016 è stato infatti condannato all'ergastolo per omicidio, tentato omicidio plurimo e rapina, reato commesso nel marzo 2015 in Campania quando con un complice aveva tentato una rapina in un supermercato. Qualcuno aveva però azionato l'allarme mettendo in fuga i ladri che, inseguiti da alcuni dipedenti del market, avevano sparato ferendo a morte un 29enne figlio del titolare del market.

LE RAPINE.

Le rapine contestate all'ex militare dal tribunale di Padova sono quella del 5 marzo 2015 all'Alì di Busa di Vigonza, quella dell'11 marzo al bar Bicocca di Noventa Padovana e quella del 15 marzo al bar "Capriccio" di Capriccio di Vigonza. Tutte commesse con un complice, anche lui carabiniere.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento