menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rave party abusivo stroncato sul nascere: denunciato un padovano

I carabinieri sono riusciti a bloccare l'evento, ad Ariano Polesine nel Rodigino, sulle rive del Po, e ad individuare e denunciare gli organizzatori, un 24enne del Milanese e un 29enne di Camposampiero

Rave party stroncato sul nascere e organizzatori denunciati per invasione di terreni e realizzazione di un evento non autorizzato. È accaduto ad Ariano Polesine nel Rodigino, dove, sulle rive del Po, di lì a poco avrebbe avuto luogo la festa abusiva. Tra i promotori, un 29enne di Camposampiero, finito nel mirino dei carabinieri assieme ad un altro giovane, 24 anni, del Milanese. Nonostante il fuggi-fuggi generale all'arrivo dei militari, domenica mattina, come riportano i quotidiani locali, le forze dell'ordine sono infatti riuscite ad individuare i responsabili dell'inziativa, bloccata prima ancora di cominciare.

DENUNCIATO UN PADOVANO. I carabinieri non si sono lasciati sorprendere. I "rumors" sulla prossimità dell'evento hanno portato gli uomini dell'Arma sul posto prima che questo potesse prendere piede. Il centinaio di persone già pronto a dar via ai festegggiamenti si è dileguato alla vista dei militari. Ma non sono riusciti a sfuggire all'identificazione e alla denuncia i due giovani organizzatori, tra cui il 29enne padovano, già gravato da diversi precedenti. Ai due potrebbe essere contestato anche l'utilizzo di un'area protetta all'interno del parco regionale del Delta del Po.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento