menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I manifestanti davanti alla Fiera blindata dalle forze dell'ordine per il premier (foto: Twitter)

I manifestanti davanti alla Fiera blindata dalle forze dell'ordine per il premier (foto: Twitter)

Renzi torna a Padova per l'incontro sul referendum: contestazioni dei centri sociali

Il premier in Fiera a Padova alle 21 di giovedì 3 novembre

Il presidente del consiglio Matteo Renzi è tornato a Padova, giovedì 3 novembre, per l'incontro, già due volte rimandato, a sostegno del sì al referendum costituzionale del 4 dicembre. La presenza del premier in città è stata accompagnata da momenti di contestazione, in zona Portello e Fiera, dai centri sociali e collettivi studenteschi, presentatisi con striscioni, fumogeni, slogan urlati a squarciagola e lancio di uova. Imponente lo spiegamento di forze dell'ordine messo in campo per garantire l'ordine pubblico. I manifestanti hanno cercato di sfondare il blocco, ribaltando delle transenne. Sono stati lanciati anche petardi e fuochi d'artificio, questi ultimi finiti sulla gente in attesa dell'arrivo di Renzi, senza però provocare feriti.

L'INCONTRO. L'appuntamento con il premier - aperto a tutta la cittadinanza - dalle 21, al padiglione 7 della Fiera, è stato trasmesso in diretta streaming da Unità.tv.

L'annuncio della protesta in piazza del centro sociale Pedro e da Adl Cobas:

Il 3 Novembre in occasione della messinscena di Renzi e del Pd Padovano per propagandare il plebiscito referendario scendiamo in piazza, assieme a tanti altri, perché crediamo che sia uno dei presupposti imprescindibili per costruire un’altra visione della democrazia, fuori dall’autoritarismo, dalle oligarchie e dalla rappresentanza. Vogliamo dar vita ad una piazza aperta a tutti coloro che vogliono costruire il fronte del NO sociale e costituente in vista del referendum del 4 dicembre e oltre. 

LA PROTESTA E L'INCONTRO SUL REFERENDUM SLITTATO. Una prima protesta era già andata in scena una settimana fa, giovedì 27 ottobre. Con megafoni, striscioni e fumogeni, i partecipanti avevano manifestato davanti al Bo. Quella sera, infatti, era previsto l'incontro della campagna referendaria, poi annullato e rimandato prima a mercoledì 2 novembre, a seguito del terremoto che ha colpito il Centro Italia, poi, ancora, al 3 novembre, dopo le nuove scosse e l''aggravarsi della situazione nei luoghi del sisma.

RENZI AL BO TRA LE CONTESTAZIONI. Non era stato rimandato, però, l'appuntamento all'Università. Venerdì 28 ottobre, al Bo, il premier ha incontrato, con il rettore Rosario Rizzuto, gli scienziati provenienti da tutto il mondo richiamati a svolgere le proprie ricerche all’università di Padova. In quell'occasione, mentre all'esterno i centri sociali davano vita ad una nuova protesta, il premier ha promesso che sarebbe tornato a giorni per l'incontro sul referendum. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento