Chiesa Servi, restauro per crocifisso “miracoloso” di Donatello

Cinquecento anni fa le cronache riportano che "trasudò sudore e sangue". Evento che oscurò il valore artistico dell'opera, attribuita a Donatello e riscoperta solo 10 anni fa. Terminati i festeggiamenti per l'anniversario, pronto il restauro da 800mila euro

Primo piano del crocifisso "miracoloso" attribuito a Donatello

In festa per il 500° anniversario dall'evento miracoloso riportato nelle cronache del 1512, la chiesa di Santa Maria dei Servi a Padova rende omaggio al crocifisso “che trasudò sudore e sangue” e solo recentemente attribuito a Donatello con un ciclo di incontri a metà tra riflessione spirituale e analisi storico-estetica, che si svolgeranno nella chiesa di via Roma fino ad aprile.

 

IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


IL RESTAURO. Non solo, al termine delle celebrazioni il crocifisso sarà interessato da un importante restauro dal costo di ben circa 800 mila euro. L'intervento consentirà al manufatto di recuperare l'originaria policromia. Ricoperto in epoca barocca da una patina dorata che ne ha alterato l'iniziale idea concepita dall'artista fiorentino, l'opera ritornerà a splendere dell'originaria tonalità di bronzo.

IL MIRACOLO. "Vuole la fede popolare - spiega don Paolo Bicciato - che alla fine del mese di gennaio del 1512 dal volto e dal petto del crocifisso iniziò a trasudare sudore e sangue, il miracolo si ripeté durante la Quaresima richiamando in chiesa una grande folla di fedeli. Questo evento oscurò il valore artistico dell'opera, attribuita a Donatello, che durante il suo esilio padovano soggiornò qui vicino e lavorò alla fabbrica della basilica di Sant'Antonio".

L'OPERA. Il crocifisso, scolpito in legno a grandezza naturale, è ora situato sull'altare di sinistra della chiesa dei Servi, l'attribuzione a Donatello è avvenuta in seguito agli studi di Francesco Caglioti e Marco Ruffini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Frodi fiscali nelle importazioni di auto usate: sequestrati beni per 2 milioni

  • Live - Due decessi sul posto di lavoro, crescono ancora i contagiati in provincia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento