Cronaca

Ritrovato in Valle del Mis l'escursionista padovano di cui non si avevano più notizie

L'allarme era stato lanciato nella mattinata di sabato dai familiari, che non riuscivano a mettersi in contatto con lui in quanto il cellulare risultava non raggiungibile

Prima "scomparso", poi ritrovato: hanno dato esito positivo nel Bellunese le ricerche di un escursionista padovano dato per disperso in Valle del Mis.

Ricerche

Il soccorso alpino di Belluno era stato allertato intorno alle 11.20 di sabato 2 gennaio: l'uomo era partito venerdì da casa senza più fare rientro e l'allarme era stato lanciato nella mattinata di sabato dai familiari che non riuscivano a mettersi in contatto con lui in quanto il cellulare risultava non raggiungibile. La sua auto era stata rinvenuta dai carabinieri in prossimità del locale "Il Soffia" a Sospirolo (Belluno), e proprio in quella zona si erano mosse le prime squadre di soccorritori assieme al centro mobile di coordinamento, alle unità cinofile e al gruppo forre, che era stato allertato per visionare la parte terminale della gola della Soffia.

Ritrovamento

Il lieto fine intorno alle ore 14, quando due dei 25 soccorritori giunti dalle stazioni di Belluno, Feltre, Longarone e Veneto Orientale (insieme a vigili del fuoco e carabinieri forestali) hanno incrociato il 35enne - che da qualche mese risiede proprio nel Bellunese, nel vicino comune di Lentiai - mentre rientrava da Gena Alta: l'uomo, in ottime condizioni, aveva passato la notte in macchina e in mattinata era semplicemente salito a fare delle fotografie.

salt_20210102_145139_855-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato in Valle del Mis l'escursionista padovano di cui non si avevano più notizie

PadovaOggi è in caricamento