Profughi in protesta: mancano i soldi e scatta la contestazione alla Croce Rossa

Un capannello di migranti si è riunito in zona Stanga per lamentare il mancato pagamento della quota giornaliera, dovuto a un disservizio bancario. Sul posto la polizia

Un problema bancario e parte la rivolta: i migranti infuriati si sono presentati fuori dall'edificio della Croce Rossa e per circa due ore hanno protestato animatamente.

I fondi contesi

Un parapiglia improvviso ha interessato l'area all'esterno della sede della Croce Rossa di Padova nell'omonima via in zona Stanga. Alle 16.30 di giovedì fuori dallo stabile si è riunito un gruppetto di richiedenti asilo, arrivati per protestare dopo non aver ricevuto la quota giornaliera di denaro assegnatagli. Gli stranieri erano arrivati sul posto per ritirare il bonus in denaro, ma a causa di un problema tecnico il prelievo non era stato possibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le proteste

A quel punto gli animi si sono scaldati, il personale ha allertato la polizia e ha cercato di risolvere la situazione. L'emergenza è rientrata dopo un paio d'ore, quando l'istituto è riuscito a distribuire i soldi ai richiedenti asilo che a quel punto hanno cessato la protesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Maxi fallimento da 36milioni e frode fiscale: sequestrate aziende, case, Ferrari e Porshe

  • Scomparsa una 48enne: elicottero e sommozzatori al lavoro per trovarla

  • Uno «strepitoso» test rapido: bastano sette minuti per scoprire se si è positivi al Coronavirus

  • Live - Mistero sugli stranieri abbandonati per strada. Coronavirus, altri due bimbi tra i nuovi positivi

  • Il prof Crisanti: «Il piano della Regione contro il Covid? Prima dei tamponi a Vo' non esisteva»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento