rotate-mobile
Cronaca Pontevigodarzere

“Un'isola di detriti e rifiuti sul Brenta”: la denuncia del comitato Anima Critica

Succede a Pontevigodarzere. Gli ambientalisti: “Urge intervenire nell'interesse del bene comune”

Un isolotto artificiali di detriti e rifiuti sul Brenta, che stride col paesaggio circostante: siamo a Pontevigodarzere, e la segnalazione arriva da Anima Critica.

LA DENUNCIA

Questa la denuncia dell'associazione Anima Critica: “Siamo a Pontevigodarzere, esattamente sul fiume Brenta, sotto il ponte che lo attraversa, dove si è formata una putrida e maleodorante 'isola' di detriti e rifiuti formata principalmente da grossi tronchi d'albero alla deriva, che incastrandosi tra i piloni del ponte formano una sorta di barriera che non permette il regolare deflusso e scorrimento dell'acqua. Ogni sorta di detriti, rifiuti e ramaglie si incastrano formando una diga innaturale, un isolotto melmoso e putrido dove si vedono volteggiare i gabbiani, ma la segnalazione era stata fatta alle autorità competenti prima che il fenomeno assumesse tali proporzioni. Sarebbe stato sufficente rimuovere qualche tronco impigliato qualche mese prima, per riuscire a liberare il fiume con una spesa minima. Purtroppo ogni anno la cittadinanza deve segnalare molte volte per riuscire a vedere realizzata la bonifica ambientale necessaria.

LA RICHIESTA

“Il Genio Civile - conclude Anima Critica - riferisce che la struttura del ponte a suo tempo era stata realizzata male,adesso la tecnica di costruzione dei nuovi ponti impone un unica campata, per evitare che i detriti si incastrino addosso al ponte, la gestione e manutenzione è a carico del Comune di Padova. Ma a noi cittadini importa che si agisca in fretta nell'interesse del bene comune, evitando possibilmente inutili rimpalli di responsabilità. È urgente intervenire per garantire quanto prima un minimo di decoro paesaggistico, evitando problemi idraulici e sanitari in zona”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Un'isola di detriti e rifiuti sul Brenta”: la denuncia del comitato Anima Critica

PadovaOggi è in caricamento