Rifiuti utilizzati per livellare un terreno agricolo: denunciato il proprietario 50enne

I carabinieri forestali hanno rinvenuto il materiale pronto per essere utilizzato in un campo: sconosciuta la provenienza, il tutto è stato posto sotto sequestro

Voleva utilizzare una grossa mole di materiale per livellare il suo terreno agricolo ma non ha saputo spiegarne la provenienza. I carabinieri forestali di Padova hanno posto sotto sequestro un appezzamento nel comune di Vigodarzere, di proprietà di un cinquantenne del luogo, dov'erano accatastati circa 4mila metri cubi di terra pronta a essere distribuita e livellata.

Il rinvenimento

I militari hanno appurato come circa 1.500 metri cubi di cumuli che a breve sarebbero stati distesi non avevano la bolla di accompagnamento per certificarne la provenienza. Come per la filiera alimentare, anche per quella della terra è necessario tracciare il percorso che ha fatto il prodotto. Non potendo confermarne l'origine, la terra è diventata automaticamente un rifiuto e il proprietario è stato indagato per la gestione illecita del prodotto. Sarà ora compito dei militari proseguire le indagini, anche eventualmente in collaborazione con Arpav, per verificare la natura pericolosa o non pericolosa dei rifiuti e poter dare avvio alle operazioni di ripristino del luogo. In Italia la tecnica di utilizzare la terra per smaltire rifiuti illeciti è stata spesso al centro delle cronache nazionali e locali. 

Forestali Carabinieri-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Prende a calci un bancomat, palpeggia una donna, si masturba dal panettiere: denunciato

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

  • Tir sbaglia la curva e si inclina pericolosamente sopra il Muson (Video)

  • Tenta il suicidio con i gas di scarico dell'auto, salvato da un passante

  • Samira, possibile svolta: recuperato un cadavere di donna ad Albarella

Torna su
PadovaOggi è in caricamento