rotate-mobile
Cronaca

Dimissioni della consigliera Ruffini, Rifondazione Comunista querela Alain Luciani

Il consigliere di Lega Nord: "Sono stupefatto. Non si tratta di offese personali, ma critica politica"

Rifondazione Comunista ha depositato in Procura querela formale contro Marco Zago e Alain Luciani, consigliere di Lega Nord. Non si placa la tensione in Consiglio comunale in seguito agli scontri in piazza avvenuti lunedì 17 luglio. Il partito non ha gradito la petizione lanciata su Change.org, nella quale si raccolgono firme per ottenere le dimissioni della consigliera di Lista Civica, già Rifondazione Comunista, Daniela Ruffini. In merito era intervenuto anche l'ex sindaco di Padova, Massimo Bitonci.

LA REAZIONE. "Resto meravigliato perchè proprio ieri in Consiglio comunale ho espresso la mia solidarietà alla consigliera Ruffini per quanto riguarda le offese ricevute", spiega Alain Luciani, "Ho sempre detto che le mie critiche sono legate al mondo politico. So benissimo cosa significa essere bersagliati sul web".

LA RACCOLTA FIRME. La petizione è stata creata perché la consigliera Ruffini, sul suo profilo Facebook, ha scritto in un post (poi rimosso) che gli scontri sono stati "il risultato della scelta della questura, che ha permesso che i fascisti sfilassero in corteo. Una decisione inaccettabile, che non si dovrà più ripetere".

L'ADESIONE. Sul web la petizione ha raggiunto quota 1.500 sostenitori. "L'ho ricevuta attraverso un contatto Facebook", ammette Luciani, "Io, come altri padovani, ho messo la firma digitale. Rifarei quello che ho fatto nei limiti della critica politica, mi allontano da qualsiasi tipo di offesa personale. Rimango basito e sorpreso da questa reazione".

L“LA QUERELA. "Siamo stati costretti a questo passo dallo scatenarsi di una intollerabile campagna, fatta di menzogne, minacce e attacchi personali e sessisti contro Daniela Ruffini, consigliera comunale di coalizione civica e dirigente del Partito della Rifondazione comunista", spiega il partito, "Un volantino anonimo, contenente affermazioni totalmente false, è stato prima diffuso nelle cassette delle lettere dei cittadini/e padovane, nella fase che ha preceduto il voto alle elezioni amministrative, e successivamente è stato usato in una campagna promossa nella piattaforma Change.org per chiedere le dimissioni della consigliera Daniela Ruffini. Abbiamo deciso che il limite è stato superato e che nonostante la nostra ritrosia ad usare le vie dei tribunali questo passo andava fatto".
http://www.padovaoggi.it/cronaca/petizione-dimissioni-daniela-ruffini-luglio-2017.htmlSeguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/PadovaOggi/1994472000

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni della consigliera Ruffini, Rifondazione Comunista querela Alain Luciani

PadovaOggi è in caricamento