Il rilancio delle terme attraverso la "Smart City"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Montegrotto, Abano, Battaglia, Teolo, Galzignano, Torreglia, Arquà Petrarca dovranno diventare una "città intelligente", che rappresenti il futuro attraverso la smart city, e grazie all'uso diffuso e pervasivo di tecnologie evolute, sarà possibile affrontare in modo innovativo, una serie di bisogni per il cambiamento dell'intero bacino termale, attraverso la mobilità, l'informazione, il risparmio energetico, le attività culturali, le partecipazioni, la sicurezza, e le opportunità economiche.

Tutto questo diventerà essenziale per una visione coerente e complessiva dello sviluppo del bacino termale, con un impegno di tutti gli attori del territorio (Comuni, albergatori, imprenditori, ecc.). Per sviluppare una smart city è necessario operare a diversi livelli, per definire una visione di quali siano gli obiettivi di medio-lungo periodo che il territorio si pone, per sviluppare le infrastrutture abilitanti quali, ad esempio, le reti in banda larga wireless e fisse, le reti di sensori ambientali, le smart grid, per abilitare lo scambio intelligente e diffuso di informazioni e servizi, grazie alla creazione di standard di cooperazione applicativa tra soggetti pubblici e privati, per definire una governance dei processi di sviluppo che coinvolga i Comuni, le strutture alberghiere, le attività economiche, gli artigiani ecc., che operano sul territorio, per promuovere lo sviluppo di applicazioni e servizi, sia nel pubblico che nel privato, che siano coerenti e sinergici con la visione e lagovernance della smart city.

Sono azioni all'apparenza semplici e persino ovvie, ma la cui implementazione richiede una matura consapevolezza da parte di tutti gli attori presenti sul territorio che spinga ciascuno a "fare la propria parte" in modo coordinato e coerente, e non dispersivo e caotico.

Se una città smart si caratterizza per le proprietà e funzioni citate in precedenza, appare subito evidente che i vantaggi sono molteplici, migliora la qualità della vita del singolo, aumenta l'attrattività e la competitività del territorio e semplifica il lavoro delle imprese, nascono nuove opportunità di sviluppo economico e sociale, aumenta il livello di partecipazione dei singoli alla vita politica e culturale del territorio.

Non si tratta solo di slogan o di speranze ingenue. Molteplici sono le evidenze che giustificano e rafforzano queste considerazioni e ipotesi di azione, rendendole concrete e realizzabili.

In poche parole la smart city rappresenta una città che sa muoversi, una città informata, una città virtuosa, una città viva e dinamica, una città partecipata, una città sicura, infine ma non meno importante, una città ben governata, attraverso nuove forme di governo, in grado sia di monitorare e gestire il territorio e le dinamiche che in esso si sviluppano, sia di valorizzare il rapporto continuo e bidirezionale con i cittadini, le imprese, le entità vive che su di esso operano e si sviluppano.

L'Unione Europea sta lavorando proprio in questa direzione, fino al 2020 metterà a disposizione 12 miliardi di euro per finanziare le future città Smart City, affinché gli Stati aderenti portino avanti questo percorso, con progetti precisi e mirati su questa scelta, in Italia sono già diverse le città e le realtà turistiche che stanno lavorando verso questa direzione.

Il Comitato Cittadini Attivi di Montegrotto, pone il progetto Smart City come un impegno politico obbligatorio, Abano e Montegrotto dopo le elezioni comunali del 2016, insieme ai comuni di Battaglia, Teolo, Galzignano, Torreglia, Arquà Petrarca, dovranno fare la propria parte, è importante crederci, per primo ci devono credere proprio i sindaci, è ora di guardare avanti per il bene e la tutela di tutto il territorio termale, per un futuro più roseo e vincente, attraverso dei cambiamenti di direzione, per evitare la fine del territorio termale.

Marino Campagnaro

Comitato Cittadini Attivi di Montegrotto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento