rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Savonarola / Via Beato Pellegrino

Rinasce Agave, la sartoria etica che mette insieme tutti i tessuti (e le persone) del mondo

Nata nel 2017 per iniziativa di Elisiana Taffarel e Ornella Dalla Riva, come progetto di formazione in seno all’Associazione Unica Terra, nel giro di qualche anno si è trasformata in una vera realtà economica in grado di offrire una vasta gamma di prodotti sartoriali di alta qualità

Unisce stoffe, storie e culture differenti. Questo fa Agave. Nel laboratorio - sartoria lavorano persone che provengono da ogni parte del mondo, a cui viene data un'occasione di riscatto. Vengono accostate le colorate stoffe africane con i materiali occidentali, ma anche le differenti competenze e sensibilità dei sarti italiani per trovare soluzioni originali e creare prodotti nuovi, espressione della bellezza che nasce dal confronto e dall'unione. Fermi causa Covid, ora ripartono. «Agave nasce dall'associazionismo padovano - pone in evidenza l'assessora Francesca Benciolini -  e ha saputo diventare una realtà economica sostenibile con valori e finalità etiche. Il lavoro di tessitura di relazioni con il territorio e con le ONG di importanza nazionale è davvero prezioso per la nostra città». 

Il progetto è stato presentato nella mattinata di lunedì 9 novembre in via Beato Pellegrino dove si trova la sede di Agave, alla presenza degli assessori Benciolini, Bressa e Gallani. Nata nel 2017 per iniziativa di Elisiana Taffarel e Ornella Dalla Riva, come progetto di formazione in seno all’Associazione Unica Terra, nel giro di qualche anno si è trasformata in una vera realtà economica in grado di offrire una vasta gamma di prodotti sartoriali di alta qualità e, soprattutto, è divenuta luogo di formazione e inserimento lavorativo per persone di origine straniera immigrate in Italia. L'assessore al commercio Antonio Bressa ha sottolineato «l'importanza della sostenibilità dei prodotti di Agave e delle sinergie nel territorio che questa realtà sta già realizzando». Nel dicembre 2020, in piena emergenza sanitaria a causa della pandemia da Covid19, nasce la cooperativa di lavoro Agave come reazione al lungo periodo di stallo. «Abbiamo deciso di far nascere la cooperativa per rispondere alla crisi che ci aveva colpiti a causa della pandemia” dice Elisiana Taffarel, Presidente di Agave. “Aprire la cooperativa è stato il nostro modo di reagire e di ricostituire il gruppo di lavoro che, a causa della pandemia, si era sfaldato perdendo molti dei ragazzi che si erano, giocoforza, trasferiti in altre città in cerca di lavoro». Un rilancio nel mercato che sta portando i suoi frutti.

E-commerce

Da pochissimo Agave è anche online con il proprio e-commerce: è possibile infatti acquistare i prodotti nello shop che, anche in questo caso, si contraddistingue per la possibilità di personalizzare gli abiti inserendo le proprie misure e personalizzare le borse scegliendo le fantasie e le ecopelli disponibili. Su www.agavesartoriaetica.it. «Questa realtà - sottolinea l'assessora Chiara Gallani - è interessante da molti punti di vista ed è dimostrato dal fatto che a questa presentazione sono presenti tre assessori diversi. La sostenibilità ambientale, la creazione di posti di lavoro per persone in condizione di disagio, la ricerca di tessuti e materiali di filiera controllata e la collaborazione con associazioni, cooperative di accoglienza e servizi sociali del Comune fanno di questo laboratorio una realtà davvero molto interessante e importante per la città di Padova». 

IMG_7452-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinasce Agave, la sartoria etica che mette insieme tutti i tessuti (e le persone) del mondo

PadovaOggi è in caricamento