Corteo del Pedro non autorizzato: scatteranno multe e denunce ai partecipanti

Verso le 17 gli attivisti di Pedro, Quadrato Meticcio, Adl Cobas, San Precario e altre realtà dell'associazionismo, circa 500 persone, sono arrivate in piazza delle Erbe

Rischiano sanzioni e denunce i partecipanti al corteo non autorizzato di sabato che hanno sfilato dalla fine di corso Milano fino a piazza delle Erbe. Quella che doveva essere una manifestazione statica, con il sì della Questura al sit-in in zona Prandina, si è trasformato in un serpentone fino al centro al grido di "I can't breathe" (non riesco a respirare), le ultime parole di George Floyd, l'afroamericano ucciso dalla polizia negli stati Uniti. 

La questura

«Verranno presi provvedimenti anche se è andato tutto bene e non ci sono stati scontri. Il corteo era pacifico, i manifestanti sono stati fatti procedere perchè in piazza del Santo c'era Casa Pound e non potevamo rischiare ci fossero contatti e scontri», ha assicurato ai giornali locali il questore Isabella Fusiello che poi spiega: «L'ordine pubblico è difficile da gestire ma è stata adottata la soluzione migliore per evitare contatti o o incidenti. Era un corteo piccolo, la nostra preoccupazione era che alla spicciolata i due gruppi si avvicinassero. Per le violazioni riscontrate verranno presi provvedimenti». Oltre alle denunce per il corteo non autorizzato i partecipanti rischiano eventuali sanzioni per gli assembramenti dato che sono ancora in vigore le norme anti covid del Dpcm.

In piazza

A scendere in piazza sono stata diverse realtà della città tra quali appartenenti al Pedro, al Quadrato Meticcio, Adl Cobas e San Precario: chi aveva richiesto l'autorizzazione per sfilare aveva ottenuto la possibilità di fare un presidio statico all'ingresso tra la Prandina e Corso Milano dove era in programma la realizzazione di un murales dedicato a Floyd. Verso le 17 il gruppo di circa 500 persone è arrivato in centro con cartelli e slogan. Non ci sono stati scontri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

Torna su
PadovaOggi è in caricamento