Cronaca Via Secondo Paggiola, 2

Clienti violenti: minacciano barista e carabinieri con bottiglia, presi

L'episodio al bar Bacio di Cittadella: due avventori, un macedone e un rumeno, hanno prima importunato due ragazze e poi alla richiesta del proprietario del locale di andarsene hanno minacciato lui e i militari

A far scoppiare la miccia l’altra notte gli apprezzamenti a sfondo sessuale che uno dei due, D. M. macedone di 21 anni di San Giorgio in Bosco, ha rivolto a due ragazze sedute al bar. L’insistenza del giovane ha convinto il barista a dirgli di smettere, invitandolo ad allontanarsi dal locale. L’uomo, non gradendo, si è rivolto al proprietario minacciando di ucciderlo e di fargliela pagare. Una reazione spropositata e violenta che ha convinto il gestore a chiamare i carabinieri.

RISSA IN MENSA: FINISCE ANCHE DISTRUTTA UNA PORTA

LA COLLUTTAZIONE CON I MILITARI. Una volta arrivati sul posto i militari di Carmignano di Brenta, il malvivente non ha desistito, anzi: forte dell’“aiuto” di un amico, L. P. romeno di 23 anni che si è inserito nel diverbio, ha preso una bottiglia dal bancone, l’ha spaccata e l’ha puntata al viso di uno dei militari dell’Arma. I carabinieri, però, dopo una colluttazione sono riusciti a bloccarlo e lo hanno arrestato. I due, già noti alle forze dell'ordine, saranno processati per direttissima. Sono accusati di minacce, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Durante la rissa, un militare è caduto procurandosi una lesione alla spalla guaribile in 7 giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clienti violenti: minacciano barista e carabinieri con bottiglia, presi

PadovaOggi è in caricamento