menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le armi utilizzate durante l'aggressione

Le armi utilizzate durante l'aggressione

Bimbo troppo chiassoso, scoppia la rissa tra vicini di casa a suon di bastoni e coltelli

Un 71enne è finito all'ospedale colpito da un fendente all'adddome. Il suo aggressore è stato arrestato per tentato omicidio. Mentre veniva ammanettato ha detto:"Vado in carcere a testa alta"

Venerdì sera, intorno alle 19 la polizia è intervenuto in un condominio tra via Newton e via Lister, a Padova.

"SE SEI UN UOMO SCENDI". Due uomini, G.M., 71enne e S.P. 56enne, sono arrivati alle mani dopo che S.P. ha initimato al figlio del vicino di fare meno chiasso. Il ragazzino stava giocando a calcio nel cortile, infastidendo il 56enne. Il "richiamo" è stato però intercettato dal padre del ragazzo che si è rivolto al vicino dicendo: "Se sei un uomo scendi e parliamone come ne parlano gli uomini".

COLTELLO E BASTONE. G.M., padre del ragazino, si è armato di un bastone di legno ed è sceso in cortile mentre il "duellante" si è presentato con un coltello da cucina. I due, davanti ad anziani e bambini, hanno innescato la rissa. Il padre del ragazzino ha rimediato una coltellata all'addome e pertanto è stato portato in ospedale in prognosi riservata. S.P. è stato invece raggiunto da un colpo alla testa.

"IN CARCERE A TESTA ALTA". I due, dopo il ferimento, sono rientrati nelle rispettive case e sono stati raggiunti dai poliziotti. S.P. è stato arrestato per tentato omicidio e mentre veniva ammanettato ha detto "vado in carcere a testa alta". G.M. è stato denunciato per porto d'armi atte a offendere. Entrambi hanno precedenti, per stupefacenti e reati contro la persona e il patrimonio, ma è passato molto tempo dalle condanne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento