Pubblicati i risultati delle votazioni di #faigirarelacultura

Più di 1000 voti per scegliere i 10 progetti finalisti. Al secondo posto il TEATRO DE LINUTILE DI PADOVA

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Si è conclusa oggi la seconda fase del concorso #faigirarelacultura, 10 i progetti finalisti che si sono guadagnati un posto nell'agenda 2013/2014, 2 i vincitori del premio in denaro per la sezione svizzera e quella italiana e 2 menzioni speciali.

E' stato il pubblico del web a scegliere le idee più interessanti che saranno raccontate per un anno nell'agenda #faigirarelacultura 2013/2014 e sul portale collegato (www.faigirarelacultura.ch), uno spazio virtuale di confronto e di interazione con il pubblico, un luogo di incontro per raccogliere suggerimenti, critiche, indicazioni…ma anche per creare sinergie con altre realtà presenti nei due Paesi coinvolti.

Tanti i voti (1.118 in totale) e più di 2.000 visitatori unici al sito in meno di 2 settimane… una prima vetrina per progetti innovativi, idee originali, sicuramente eterogenee che hanno affrontato tematiche sociali, culturali, artistiche e di valorizzazione delle tradizioni e del territorio.

Nella sezione italiana 6 i progetti che passano la selezione con la vittoria su tutti de Le donne forti danzano scalze, con 161 voti della compagnia torinese ARTEMUDA.

Al secondo posto con meno di 50 voti di scarto, il TEATRO DE LINUTILE di Padova con Accademia de Linutile e il teatro per i giovani: Va in scena l'Europa.

Un percorso pluriennale, per coinvolgere bambini e ragazzi attraverso la partecipazione settimanale ad attività strutturate all'interno dell'Accademia. Il teatro come potente mezzo di apprendimento anche per le lingue; un progetto pilota di teatro in lingua (inglese e/o spagnolo), rivolto alle fasce d'età 8-10 e 11-13 con insegnanti madrelingua in possesso di una preparazione teatrale. Un percorso formativo completo e professionale che va dalla recitazione, al canto, dal movimento, alla dizione fino alla storia del teatro.

Tra i vincitori sono da segnalare Questione di Cittadinanza di OFFICINE D'ELSA (Colle Val d'Elsa - SI), SaxaLAB -Atelier Rurale di ELENA CRESPI E GIULIA BONIARDI di Montecatini Val di Cecina (PISA), Una specie di Alice di SIMONA PARRAVICINI (Quercegrossa-SI) e Terre Stregate di Pasquale Di Nardo (Solopaca-BN).

Tra i progetti svizzeri presentati, il vincitore con 58 voti è Orfanotrofio-fattoria di Tathali, dell'ONG di Avegno, nel Locarnese, KAM FOR SUD, che lavora da 15 anni tra il Nepal e la Svizzera per uno sviluppo sostenibile nel campo dell'educazione, della salute e per la protezione dell'infanzia. Presenti in agenda la produzione teatrale L'arte della Fuga, della compagnia di Lugano IL FUNAMBOLO, Una cena multiculturale dell'Ass. Malcantonese KREIAMOCI e il Festival Off del 15° Festival Castello Incantato presentato dal TEATRO DEI FAUNI. Nella sezione elvetica i due progetti fuori concorso, menzione speciale di Ananse Communication: Carnal, una co-produzione di teatro-danza Masnàda e Moto Perpetuo e per la regia di Felix Quadros e coreografia di Manuela Bernasconi. Seconda menzione speciale Restyling Lab, un progetto nato parallelamente a fai girare la cultura, che punta ad attivare l'incontro tra artigiani creativi e giovani apprendisti diversamente abili o con disagio sociale, innescando un processo che favorisca lo sviluppo di una completa autonomia, attraverso un accurato inserimento professionale.

Tutti i vincitori sono pubblicati sul sito faigirarelacultura.ch con i riferimenti ai rispettivi canali web; 12 personaggi di twitter, sorteggiati per l'occasione, avranno l'onere e l'onore di raccontare i progetti per l'agenda che sarà disponibile a partire da inizio agosto, ma può già essere prenotata on line.

Il portale faigirarelacultura.ch sarà attivo tutto l'anno come spazio virtuale dove i progetti vincitori potranno 'raccontare e raccontarsi', con la possibilità di un feedback diretto da parte del pubblico della rete.

Per conoscere ulteriori informazioni: www.anansecommunication.com, info@anansecommunication.com

Torna su
PadovaOggi è in caricamento