rotate-mobile
Cronaca

Screening gratuito per l'Ambliopia, 48 bambini padovani con problemi agli occhi

Presentati i risultati dello studio condotto sui nati nel 2013

E' stato presentato venerdì mattina a Palazzo Moroni il report finale del Progetto Ambliopia, lo screening gratuito della vista riservato ai bimbi residenti a Padova nati nel 2013 che si è svolto il 13 e 14 maggio scorsi nella sala Polivalente del Comune di Padova.

LO SCOPO. Sono stati oltre 1700 gli inviti spediti alle famiglie; 503 i bambini controllati e sottoposti a telerefrattometria binoculare con tele refrattometro pediatrico Top Vision della Welch Allyn. Il progetto, promosso da Comune di Padova - Progetto Città Sane OMS - e il Lions Club Padova Gattamelata, si è posto l'obiettivo di intercettare un possibile difetto che prende il nome di ambliopia, conosciuto anche come "occhio pigro".

GLI ESPERTI. Alla conferenza stampa di presentazione dei risultati dell'indagine sono intervenuti: Paolo De Biagi, commissario straordinario del Comune di Padova; Patrizia Benini, direttore sanitario dell'azienda Ulss 6 Euganea; Alessandro Galan, responsabile reparto Oculistica San Paolo ospedale Sant’Antonio; Giorgio Maso, presidente Lions Club Padova Gattamelata; Massimo Rossetto, Governatore Distretto Lions 108 ta3; Roberto Magni, medico oculista.

I DATI. Per 421 bambini è stato espresso il giudizio: “Non abbiamo riscontrato difetti di vista” (codice Verde) con l’indicazione di fare controlli presso il pediatra e di recarsi dal proprio oculista di fiducia qualora fosse subentrato uno strabismo. A 48 bambini (1 di questi aveva già gli occhiali) è stato diagnosticato un piccolo difetto di vista (codice giallo) per il quale è stato indicato di fare una visita oculistica in età scolastica.

I PROBLEMI. A 34 bambini è stato riscontrato un rilevante difetto refrattivo (codice rosso) per il quale è stata consigliata, subito, una visita oculistica approfondita - con le gocce per “dilatare la pupilla” -, quindi in cicloplegia, per valutare se il risultato fosse preciso e quindi fosse necessario e urgente fare gli occhiali. 3 di questi bimbi avevano già gli occhiali, a dimostrazione di come a Padova vi sia sensibilità verso le problematiche infantili da parte di oculisti, pediatri e famiglie.

L'OCCHIO PIGRO. Secondo le consolidate esperienze scientifiche, ribadite dal professor Emilio Campos di Bologna, uno dei massimi esperti nel mondo nel campo dell’ambliopia, i difetti di vista che possono generare ambliopia, cioè l’occhio pigro, devono essere corretti il più presto possibile; solo così l’ambliopia può essere prevenuta. Se, invece, si fanno gli occhiali tardivamente la riabilitazione può essere difficile e a volte impossibile.

IL COMMENTO. "L’attività di prevenzione meritoria da parte del Lions Club Padova Gattamelata - l'ha definita il commissario straordinario del Comune di Padova, Paolo De Biagi - sotto il profilo sociale e sanitario. Si è messa in moto una macchina organizzativa virtuosa che ha visto protagonisti, insieme, volontariato e istituzioni per una prevenzione qualificata e significativa. Ringrazio, pertanto, il Lions per l'attività sussidiaria svolta a tutti coloro che, a vario titolo, hanno collaborato all’iniziativa".

PREVENZIONE. "L’iniziativa di screening dei Lions Club Padova realizzata grazie al sostegno dell’Ufficio Città Sane del Comune di Padova merita il nostro apprezzamento - dichiara Patrizia Benini, direttore sanitario dell'azienda Ulss 6 Euganea - perché affianca l’azione istituzionale di prevenzione e cura degli specialisti dell’azienda Ulss n. 6 Euganea nel campo della salute della vista della popolazione di ogni fascia di età".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Screening gratuito per l'Ambliopia, 48 bambini padovani con problemi agli occhi

PadovaOggi è in caricamento