menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dall'angoscia al sollievo: paura per la scomparsa di una 15enne, ma era una fuga d'amore

È successo a Tombolo: la ragazzina non aveva avvisato il padre, che ha denunciato la scomparsa ai carabinieri. Era andata dal suo fidanzatino, è stata ritrovata mentre dormiva nella sala d'attesa della Stazione Centrale di Milano

Una giornata di vera angoscia. Finita però nel migliore dei modi: sospiro di sollievo per un 37enne romeno, che aveva denunciato la scomparsa della figlia 15enne, ritrovata nella tarda serata di venerdì 1 marzo.

I fatti

L'allarme viene lanciato alle ore 20.40 circa, quando l'uomo si è recato dai carabinieri di Tombolo per denunciare l'allontanamento della giovane figlia, che aveva lasciato la propria abitazione alla mattina per recarsi a scuola salvo però non andarci. Dopo una breve ricognizione a casa il padre si è accorto che la ragazza aveva preso cellulare, caricabatteria e un profumo. Le indagini sono quindi iniziate con la geolocalizzazione del telefonino: la ragazza era a Milano, in zona strazione centrale, e aveva chiamato una persona. I carabinieri fanno la medesima operazione e scoprono che l'utenza è di un 47enne di Sesto San Giovanni, il quale dice di conoscere la ragazzina in quanto fidanzata di suo figlio. I militari dell'Arma chiamano quindi il ragazzo, che dice di aver passato al giornata con la ragazza ma che ignora dove si trovasse in quanto lui le aveva chiesto di andare a dormire a casa sua ma lei aveva rifiutato. Sono dunque partite le ricerche da parte dei carabinieri, che hanno prontamente ritrovato la 15enne: era in una sala d'attesa della Stazione Centrale di Milano, e stava dormendo. È stata dunque riportata a casa, per la gioia del padre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento