Sei borsoni colmi di refurtiva: maxi-ritrovamento dei carabinieri in un casolare abbandonato

La scoperta è stata fatta nella serata di venerdì, durante un servizio di controllo: nei borsoni anche smartphone, computer portatili e carte di credito

I carabinieri con la refurtiva recuperata venerdì 12 ottobre

Più che un casolare abbandonato era un autentico deposito: sorpresa per i carabinieri di Padova Prato della Valle, che durante l'ispezione di alcuni immobili utilizzati da stranieri irregolari e senza tetto per trovare rifugio hanno scoperto sei borsoni colmi di materiale rubato.

Refurtiva ritrovamento 2-2

La scoperta

Per la precisione telefoni cellulari, carte di credito, computer portatili completi di carica batteria, hard disk esterni e schede di memoria, navigatori per auto, binocoli, articoli di pelletteria (cinture e portafogli), svariati capi di abbigliamento di varie marche, utensili da lavoro, torce elettriche e occhiali da sole oltre a bottiglie di vino e liquori. La scoperta è stata fatta in via Salboro nella serata di venerdì 12 ottobre dai militari della stazione di Padova - Prato della Valle e della compagnia di intervento operativo del IV Battaglione carabinieri di Mestre, durante il servizio esteso per il controllo del territorio organizzato dalla compagnia dei carabinieri di Padova con il coinvolgimento di tutte le stazioni dipendenti. La merce, di chiara provenienza illecita, rappresenta il bottino di più furti commessi all’interno di abitazioni ed esercizi commerciali: i militari dell'Arma hanno provveduto a sequestrare il tutto, avviando gli accertamenti per stabilire la proprietà di tutti gli articoli rinvenuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Live: il primo morto in Italia di Coronavirus è un padovano, Adriano Trevisan di 78 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento