menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un robot in travaglio (foto: web)

Un robot in travaglio (foto: web)

Arriva il robot partoriente: la “cavia” di futuri ginecologi e ostetriche

L'automa, progettato e perfezionato in Florida, riproduce in tutto e per tutto una donna che sta per partorire. 50 i medici specializzandi e 75 le ostetriche che a Padova lavoreranno sul manichino

Arriva il robot partoriente da 50mila euro: la nuova frontiera della medicina ginecologica e ostetrica passa da Padova, la prima e unica città in Italia per il momento a poterne beneficiare. I 50 medici specializzandi e le 75 ostetriche dell’Università della città euganea potranno, infatti, lavorare sull'automa realizzato e perfezionato in Florida negli Stati Uniti. Come loro altri 225 studenti delle sedi distaccate del Veneto.


IL ROBOT. Come si legge sul Mattino di Padova il manichino riproduce in tutto e per tutto una donna incinta che sta per partorire: dall’utero, al battito cardiaco, dalla possibilità di misurare la pressione arteriosa fino alla fedele riproduzione del feto all’interno del corpo con un altro robot visibile grazie ad uno specchietto installato sulla pancia. In totale quasi tre manichini (c'è anche un automa bambino). Il tutto realizzato con un materiale molto morbido e che simula perfettamente il corpo femminile. Un modo per toccare con mano ed esercitarsi quasi “dal vivo” sul nuovo lavoro che le studentesse e gli studenti si troveranno presto ad affrontare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento