Cronaca San Bellino / Via Marco Zoppo

Tito Panizza, il "postino del pane" derubato della bicicletta in Arcella

Il vincitore del "premio della bontà sant'Antonio di Padova" non ha più la sua bici. Qualcuno gliel'ha portata via mentre svolgeva, come ogni mattina, la sua opera caritatevole a favore delle famiglie bisognose

Il "postino del pane"

Qualcuno ha rubato la bici a Tito Panizza, detto affettuosamente il "postino del pane" perché ogni mattina distribuisce pane, frutta e verdura alle famiglie bisognose dell'Arcella. Un'attività a fin di bene che qualche settimana fa gli è valsa il "premio della bontà sant'Antonio di Padova".

IL POSTINO DEL PANE DERUBATO DELLA BICI. Proprio mentre svolgeva il suo servizio caritatevole, in via Marco Zoppo, una laterale di via Buonarroti, Tito Panizza è stato derubato del mezzo su cui ogni giorno caricava le vivande da portare alle famiglie in difficoltà. "Me ne hanno rubate tante - racconta - una quarantina, ormai non tengo il conto". Lo spiacevole episodio è accaduto domenica. Il "postino del pane" stava portando del cibo a due famiglie, una straniera e una italiana, "con 4 figli, lavoro che c'è e non c'è e un affitto da pagare".

L'ATTIVITÀ NON SI FERMA. Ma non sarà certo il furto di una bici a fermare l'attività del signor Tito, 79 anni e ancora tanta voglia di fare: "Ho altre tre biciclette in garage - spiega - sono da sistemare, con una è meglio non mi muova perché sarebbe pericoloso - scherza - ma quando avrò cambiato il copertone, ce ne sarà un'altra pronta con cui ripartire".

IL PANE PER TITO PANIZZA. "Chi ha i soldi - spiega - può comprare il pane e quindi nutrirsi, chi si nutre sta bene, può lavorare, avere una famiglia, far studiare i figli". Di qui l'importanza che per Panizza, il "postino del pane", riveste il cibo nella vita delle persone, e quindi la ragione del suo sforzo per far sì che chi ha bisogno possa avere qualcosa da mangiare: "Ho tanto sofferto - racconta - non sono un uomo di cultura, ma sono un uomo riflessivo: bisogna fare qualcosa per gli altri e io non mi fermo, mi basta una vecchia bici sistemata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tito Panizza, il "postino del pane" derubato della bicicletta in Arcella

PadovaOggi è in caricamento