Tornano all'Arcella i sabati ecologici e del riuso: appuntamento in piazza Azzurri d'Italia

L’iniziativa è programmata ogni ultimo sabato del mese dalle ore 9 alle ore 13. I cittadini troveranno anche il desk gestito dall’Associazione “Rete Riuso Padova”

Sabato 23 febbraio tornerà in piazzale Azzurri d’Italia il secondo appuntamento del 2019 con i “Sabati Ecologici”. Visto il grande successo della scorsa edizione, lanciata a marzo 2018 e che ha permesso di raccogliere in totale oltre 42 tonnellate di materiale ingombrante, Comune e AcegasApsAmga hanno deciso di replicare l’iniziativa, per essere più vicini alle esigenze dei padovani e contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti ingombranti nelle vie del territorio. I cittadini che si recheranno nel piazzale situato nel cuore dell’Arcella troveranno come sempre ad accoglierli gli operatori della Multiutility, pronti ad assisterli nella consegna di quelle tipologie di rifiuti che non possono essere conferite nei contenitori stradali della raccolta differenziata, come ad esempio piccoli e grandi elettrodomestici, rifiuti da apparecchiature elettroniche ed elettriche (RAEE), materassi, divani, contenitori contaminati, pile e batterie, etc.

Rete Riuso Padova

Accanto all’area destinata alla raccolta rifiuti, i cittadini troveranno anche il desk gestito dall’Associazione “Rete Riuso Padova”, presso cui donare i propri oggetti in alternativa al conferimento ad AcegasApsAmga. Gli oggetti, anziché essere trattati come rifiuti, potranno essere risistemati e quindi portati a nuova vita. Quanto raccolto e recuperato da Rete Riuso Padova contribuirà a sostenere programmi di inserimento lavorativo, servizi di accoglienza residenziale e progetti di solidarietà. Inoltre, la promozione del riuso mira a sensibilizzare tutti verso una cultura del consumo responsabile e del risparmio sia economico che di risorse. Gli operatori di Rete Riuso raccoglieranno solo alcune tipologie di oggetti, fra cui: mobili, soprammobili, casalinghi, biciclette, dischi vinile, dvd, libri.

Il calendario

L’iniziativa è programmata ogni ultimo sabato del mese, sempre presso piazzale Azzurri d’Italia, dalle ore 9 alle ore 13. Dunque i prossimi appuntamenti, che vedranno sempre la possibilità di donare anche oggetti riutilizzabili, si svolgeranno con il seguente calendario:

30 marzo; 27 aprile; 25 maggio; 29 giugno; 27 luglio; 31 agosto; 28 settembre; 26 ottobre; 30 novembre; 21 dicembre.

Centri di raccolta

Al di là dell’iniziativa Sabati Ecologici, si ricorda che è sempre possibile conferire i rifiuti ingombranti, elettronici, insoliti e pericolosi presso i quattro Centri di Raccolta cittadini gestiti da AcegasApsAmga, oppure prenotando al numero verde 800 955 988 il servizio gratuito per il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti.

Centro di Raccolta Guizza: via Pontedera – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Centro di Raccolta Euganea: via Montà, 29 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Centro di Raccolta Stanga: via Corrado, 1 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00

Centro di Raccolta ZIP: corso Stati Uniti, 5 – aperto da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 16.00; sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 16.00


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Stroncato da un malore: imprenditore muore nell'azienda fondata quarant'anni fa

  • Tremendo schianto fra tre mezzi: centauro trentenne muore in ospedale

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

  • Guadagni da 45mila euro al mese: cade un altro pezzo grosso dello spaccio nella Bassa

  • Frontale tra due auto sotto la pioggia: intervengono i pompieri per salvare i feriti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento