rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca Salboro

Salboro, donna si uccide con la pistola del vicino di casa avvocato

A togliersi la vita una 50enne residente nel quartiere a sud di Padova, da tempo depressa, che dell'abitazione del professionista aveva le chiavi in quanto vi svolgeva dei lavori domestici

Presa la disperata decisione di farla finita, sapeva che per procurarsi l'arma con cui aveva pensato di spararsi sarebbe bastato entrare nell'abitazione dell'avvocato, poco distante dalla propria, in cui tante volte era entrata per svolgere dei lavori domestici. Le chiavi le aveva già. Così, venerdì mattina, una 50enne di Salboro, che lavorava in una scuola del posto e da tempo depressa, ha messo in atto il proprio piano suicida.

MANCATA CUSTODIA DELL'ARMA? Sottratta la pistola dalla casa del professionista, la donna si è sparata alla testa sul vicino terreno di un agriturismo del posto, dove poco lontano dei bambini stavano seguendo un corso di inglese. A trovare per primo il corpo è stato il fratello. Sul posto sono intervenuti i medici del Suem e i carabinieri della compagnia di Padova. Il proprietario dell'arma ora rischia una denuncia per non aver custodito l’arma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salboro, donna si uccide con la pistola del vicino di casa avvocato

PadovaOggi è in caricamento