Salvata nell'Alta una giovane cicogna: trovata in un cortile, non riusciva più a prendere il volo

È successo a Carmignano di Brenta, a mobilitarsi direttamente il sindaco Bolis e l'assessore Bombonati: «L’animale non è ferito e, una volta verificato il buono stato di salute e nutrito, sarà rilasciato in natura in un luogo dove potrà essere ritrovato dalla sua mamma, che lo ha costantemente tenuto d’occhio»

La giovane cicogna salvata a Carmignano di Brenta

Vi raccontiamo una storia a lieto fine. La protagonista? Una giovane cicogna. quella avvenuta a Carmignano di Brenta che ha visto come protagonista una giovane cicogna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvataggio

Teatro dell'accaduto: il territorio comunale di Carmignano di Brenta. Racconta Andrea Bombonati, assessore alla tutela e difesa degli animali: «Sono stato contattato da un abitante di Camazzole che mi ha segnalato la presenza di un grosso volatile nel suo cortile. Mi sono immediatamente precipitato sul posto e ho verificato che si trattava di un esemplare di pochi mesi di cicogna, che non riusciva a spiccare il volo. Sopra di lui la madre, che non si è mai allontanata». Il piccolo era alto circa un metro, e con tutta probabilità aveva spiccato il primo volo uscendo dal nido, ma una volta a terra, non era più riuscito a volare via. Essendo in un’area ristretta, non aveva lo spazio sufficiente per prendere la rincorsa necessaria per volare e, in più, nel passare delle ore si era indebolito sempre di più, perché non in grado di cibarsi e di bere e quindi rischiava di fare una brutta fine. Continua Bombonati: «Mi sono subito attaccato al telefono per contattare il servizio della Provincia che si occupa del recupero della fauna selvatica e, coadiuvato dal concittadino Elio Comin, amico degli animali e sempre pronto a aiutare il Comune quando un animale si trova in pericolo, abbiamo immobilizzato la cicogna e l’abbiamo consegnata agli agenti provinciali. L’animale non è ferito e, una volta verificato il buono stato di salute e nutrito, sarà rilasciato in natura in un luogo dove potrà essere ritrovato dalla sua mamma, che lo ha costantemente tenuto d’occhio». Chiosa finale di Alessandro Bolis, sindaco di Carmignano di Brenta: «Si tratta di una specie che nidifica raramente nelle nostre zone e che per questo merita un’attenzione e una protezione particolare. La presenza di questi splendidi voltatili è un buon segnale, che parla di un’ambiente favorevole con aree verdi e di aria pulita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Due padovane in difficoltà lungo la Strada delle 52 Gallerie: interviene il soccorso alpino

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

  • Mancato utilizzo della mascherina: chiusi per 5 giorni cinque bar della città

  • Sfrecciano a 110 all'ora in pieno centro abitato: maxi-multa e ritiro della patente per i due "piloti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento