Cronaca Stanghella

Samira: una scomparsa piena di interrogativi. I Ris trovano del sangue in casa

Negli ultimi giorni l'abitazione di Stanghella è stata setacciata dal Reparto investigazioni scientifiche. Tracce ematiche nel giardino, ma apparterrebbero a un animale

La scomparsa di Samira El Attar da Stanghella lo scorso 21 ottobre è un rompicapo di cui la procura di Rovigo e i carabinieri del comando provinciale di Padova stanno sviscerando ogni dettaglio. Le analisi scientifiche hanno portato alla luce alcune tracce di sangue, ma non sarebbero riconducibili alla donna.

Le tracce di sangue

Gli accertamenti sono stati affidati ai Ris dei carabinieri, che hanno analizzato palmo a palmo le stanze dell'appartamento al civico 13 di via Nazionale e i terreni circostanti. In procura è stato aperto un fascicolo per sequestro di persona e i militari non escludono alcuna pista. Tra i particolari svelati da Il Mattino di Padova c'è anche il ritrovamento grazie al luminol di tracce ematiche in un angolo del giardino. Gli immediati approfondimenti hanno però consentito di appurare che si tratta di sangue di capretto, animale macellato dal marito della donna poco tempo fa.

Nessun indizio

Samira manca all'appello ormai da undici giorni. D lei si sono perse le tracce verso le 10 di quel lunedì in cui ha accompagnato la figlioletta a scuola e si è fermata a prendere da una vicina degli abiti di seconda mano per la piccola. Da quel momento è sparita nel nulla con la sua bicicletta, mai ritrovata. L'ipotesi del suicidio al momento è quella meno accreditata, poiché secondo tutti i parenti e conoscenti Samira sarebbe troppo legata alla bimba per allontanarsene volontariamente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Samira: una scomparsa piena di interrogativi. I Ris trovano del sangue in casa

PadovaOggi è in caricamento