Caso Samira, Mohammed è vivo: il marito indagato per omicidio è all'estero

Il marito della donna scomparsa da Stanghella è irreperibile dal 1 gennaio. Gli inquirenti ritengono sia vivo e si possa trovare in Spagna. Avrebbe chiamato il cugino

Mohammed Barbri e Samira El Attar

Sarebbe vivo e avrebbe lasciato l'Italia. Elementi che si configurano sempre più come un allontanamento volontario e dunque, potenzialmente, una fuga. Ma che potrebbero anche aggravare la situazione del 40enne Mohammed Barbri, unico indagato per la scomparsa della moglie Samira El Attar. L'uomo è indagato, ma non è mai stato sottoposto a misure cautelari e può spostarsi liberamente. Al momento non vi sono mandati di cattura nei suoi confronti.

La sparizione

Barbri risulta irreperibile dal giorno di Capodanno: quella sera tardi i familiari di Samira si sono rivolti ai carabinieri segnalando che dalla mattina non avevano più notizie di Mohammed. L'uomo sarebbe uscito di casa in sella a una bicicletta attorno alle 7.30. Alle 17 l'ultimo segno di vita del suo cellulare, che ha agganciato la cella telefonica che copre Stanghella. Da quel momento in poi il telefonino è risultato staccato e del 40enne si sono perse le tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La chiamata

Gli inquirenti hanno tenute aperte tutte le ipotesi investigative e al momento si indaga per allontanamento volontario. Va infatti sottolineato che l'uomo aveva la facoltà di spostarsi liberamente, non essendo sottoposto a misure cautelari. É prematuro infatti ritenere con certezza che quella del marocchino sia stata una fuga per coprire la propria colpevolezza. Una prima importante svolta è arrivata giovedì pomeriggio: un cugino di Mohammed si trovava in caserma quando ha ricevuto sul suo cellulare una chiamata da un numero sconosciuto. Dall'altro capo del filo ci sarebbe stato proprio Barbri che gli avrebbe detto di trovarsi lontano. Una chiamata di pochi secondi che il cugino ha immediatamente riferito ai carabinieri, i quali hanno scoperto come quel numero fosse legato a un'utenza spagnola. Successivi accertamenti hanno permesso di risalire al proprietario di quel telefonino, un giovane che ha riferito di trovarsi a Barcellona. Parrebbe dunque che Mohammed possa aver raggiunto la Spagna, dettaglio questo che è però ancora al vaglio degli inquirenti. La figlioletta di Mohammed e Samira è attualmente affidata alla nonna materna Malika, arrivata in Italia la settimana scorsa e che in questi giorni vive nell'abitazione di Stanghella che era in uso alla coppia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui Colli: nuovi focolai sul monte Solone, tornano in volo gli elicotteri

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: calano i ricoveri e aumentano i guariti

  • Coronavirus, Zaia: «Firmata una nuova ordinanza regionale con ulteriori restrizioni»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento