menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le spoglie di San Leopoldo durante l'ostensione a Roma

Le spoglie di San Leopoldo durante l'ostensione a Roma

Le spoglie di San Leopoldo tornano nella "sua" Croazia: attesi migliaia di fedeli

Dal 13 al 18 aprile il corpo del Santo farà ritorno nella terra d'origine a 150 anni dalla sua nascita, accompagnato dai frati cappuccini e da una delegazione di nove volontari di Croce Verde Padova

In Croazia è il santo più venerato, la devozione attorno alla sua figura è fortissima: dal 13 al 18 aprile le spoglie di San Leopoldo Mandi? faranno ritorno nella terra d’origine a 150 anni dalla sua nascita, accompagnate dai frati cappuccini e da una delegazione di nove volontari di Croce Verde Padova.

UN NUOVO VIAGGIO. Dopo l’intensa esperienza del viaggio a Roma, Loreto e Bologna per la traslazione in occasione dell’inizio della Quaresima, la Pia Opera ha deciso nuovamente di mettere a disposizione il suo prezioso servizio gratuito come segno di riconoscenza verso il Santo della Riconciliazione. A curare il trasporto sarà invece l’impresa Camporese di Borgoricco che ha fornito il mezzo funebre su chi viaggeranno le spoglie e il pulmino sui cui si sposteranno frati e volontari. Francesco Baraldo, Valter Belluco, Marco Bez, Walter Bon, Renato Dalle Fratte, Erika Lenzo, Ivo Mariotto, Dario Schiavon e Silvio Zonta i volontari impegnati in questa delicata “trasferta”.

TRASPORTO. La partenza dal santuario di San Leopoldo è fissata per mercoledì 13 aprile alle ore 9, in serata la delegazione arriverà a Zagabria. La teca verrà esposta al Duomo, dove il giorno successivo è in programma una celebrazione che vedrà la presenza di tutti i vescovi della Croazia e a cui sono attesi migliaia di fedeli: le principali tv nazionali sono già mobilitate da tempo, a testimonianza di quanto forte sia il richiamo esercitato dalla figura di padre Leopoldo. Nei giorni successivi le spoglie saranno esposte nella chiesa dei Cappuccini, poco fuori Zagabria. Il rientro è fissato per lunedì 18, con una tappa alla chiesa dei Cappuccini di Lubiana.

DEVOZIONE. Penultimo di 16 fratelli, San Leopoldo - al secolo Bogdan Ivan Mandi? - nacque da una famiglia croata cattolica il 12 maggio 1866 a Castelnuovo di Cattaro, Herceg-Novi in serbo, cittadina che oggi si trova sulla costa Montenegrina a poca distanza dal confine con la Croazia. "Ogni anno nella nostra Basilica arrivano migliaia di croati: nella maggior parte dei casi si tratta di pellegrinaggi organizzati proprio per far visita a San Leopoldo. Rimango spesso stupito dalla profondità della fede di questi pellegrini, che non è solo 'devozione di facciata'", spiega padre Flaviano Gusella, rettore del santuario di San Leopoldo, che sarà in Croazia - anche in qualità di delegato del vescovo - accompagnato dal ministro provinciale Roberto Genuin e dal guardiano del Santuario Fra’ Marco Putin.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento