rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca San Giorgio delle Pertiche

Un infarto fulminante: addio a Filippo Braghetto

Aveva 55 anni. Sabato è andato a fare colazione con sua sorella al bar. Rientrando a casa a pochi passi dalla sua residenza si è sentito male e si è accasciato sul volante della sua auto. Inutili i soccorsi

E' morto sabato 21 gennaio Filippo Braghetto, 55 anni di Arsego di San Giorgio delle Pertiche. Un infarto fulminante non gli ha dato scampo. Dopo aver bevuto un caffè al bar stava facendo rientro a casa. Non distante dalla sua residenza qualcosa non è andato per il verso giusto. Si è adagiato sul volante della sua auto e poco dopo è deceduto. Pare che la sera prima avesse avuto un malessere, ma sembrava qualcosa di passeggero, nulla che facesse presagire ad una morte così repentina. 

Chi era

Filippo Braghetto era un volontario laico dei Santuari Antoniani e nella vita ha sempre fatto l'artigiano. Quando una vicina di casa ha visto l'auto di Filippo adagiata sulla recinzione della residenza e all'interno l'automobilista adagiato sul volante, ha subito chiamato i soccorritori, ma quando il personale medico del Suen 118 è arrivato ad Arsego non ha potuto far altro che constatarne l'avvenuto decesso. In un ultimo estremo atto di generosità la vittima ha potuto donare i bulbi oculari e le cornee. 

Il lutto

La sua morte lascia un vuoto enorme a San Giorgio delle Pertiche, ma anche a Camposampiero. Chi lo conosceva bene, l'ha dipinto come una persona che faceva di tutto per aiutare il prossimo. Il funerale è previsto per domani, 24 gennaio nella parrocchia di Arsego alle 15,30. Stasera alle 19,30 nella medesima chiesa è invece in programma un rosario di preghiera in suo onore. A piangere Filippo ci sono le figlie Silvia, Martina e Chiara e i fratelli Roberto, Stefania e Moreno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un infarto fulminante: addio a Filippo Braghetto

PadovaOggi è in caricamento