Fermato lo "scaricatore seriale" di rifiuti ingombranti: decisivi gli appostamenti dei residenti

Il responsabile, fermato dalla polizia locale, è stato identificato grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che hanno osservato i responsabili dell'abbandono mentre scaricavano i rifiuti, annotando la targa del mezzo e segnalando ora e giorno dei comportamenti illeciti alla squadra tutela ambientale, documentando il tutto con alcuni scatti fotografici

Il furgone utilizzato dal trio per scaricare i rifiuti

Missione compiuta: dopo ripetuti controlli ed appostamenti gli agenti della squadra tutela ambientale della polizia locale di Padova sono riusciti ad individuare l'uomo che da tempo abbandonava rifiuti ingombranti in vari cassonetti stradali, soprattutto nelle vie Jacopo Corrado, Testa, Mamiani e Pescarotto.

Rifiuti

Il responsabile è stato identificato grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che hanno osservato i responsabili dell'abbandono mentre scaricavano i rifiuti, annotando la targa del mezzo e segnalando ora e giorno dei comportamenti illeciti alla squadra tutela ambientale, documentando il tutto con alcuni scatti fotografici. Gli agenti hanno pertanto provveduto a notificare al soggetto ritenuto responsabile tre sanzioni amministrative per un importo complessivo di quasi 1.000 euro per violazioni al regolamento di gestione dei rifiuti urbani. Il trasgressore, un 50enne italiano residente in provincia, utilizzava un furgone bianco e, assieme ad altri due complici, vuotava completamente il mezzo pieno di oggetti e manufatti ingombranti quali divani, materassi, vecchi mobili, sacchi neri per riempire i cassonetti stradali e depositare a terra tutto quanto non riusciva a far entrare nei contenitori. Il trio si muoveva lungo le vie del quartiere con fare circospetto, tanto che mentre uno fungeva da “palo”, gli altri due furtivamente e con velocità scaricavano i rifiuti: in alcune occasioni il conducente del furgone, appena giunto sul posto, occultava parzialmente la targa posteriore in modo da risultare anonimo in caso vi fosse stato qualche occhio indiscreto ad osservarlo. L'abbandono di rifiuti è stato effettuato in giorni e orari diversi e in diverse località, circostanze che hanno reso più difficile intercettare i responsabili, tanto che il senso civico dei cittadini è stato in questo caso realmente determinante, come sottolinea anche il comandante Lorenzo Fontolan: «Sempre più spesso la sensibilità ambientale dei nostri concittadini residenti nei vari rioni si dimostra strategica nella prevenzione di condotte illecite che generano elevato disvalore sociale. La polizia lLocale è sempre a disposizione di tutti coloro che vogliano contribuire con le proprie segnalazioni a contrastare comportamenti che possono pregiudicare le condizioni di vivibilità del territorio». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

rifiuti-2-8

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento