Cronaca Cadoneghe / Via Giacomo Matteotti

Schiuma nel Brenta dal depuratore, Etra: “Nessun inquinante”

Nei giorni scorsi le segnalazioni dei residenti di Cadoneghe che hanno notato sostanze schiumose nel fiume. La società che gestisce il servizio assicura però che si tratta della reazione al freddo degli additivi biologici

La schiuma comparsa in superficie sul fiume Brenta in corrispondenza dello scarico del depuratore di via Matteotti ha messo in subbuglio non pochi residenti di Cadoneghe, allarmati che la sostanza potesse essere inquinante per il territorio.

L'ALLARME. Alcune segnalazioni sono pervenute in Comune che, dopo i sopralluoghi dei propri tecnici, ha interessato della questione direttamente l'Etra, la società che gestisce il servizio idrico.

SCHIUMA INNOCUA. “I tecnici di Etra hanno dato ampia assicurazione dell'assoluta inoffensività della schiuma – rassicura il sindaco Mirco Gastaldon – Non c’è alcun pericolo per la salute pubblica  le analisi di numerosi campioni di acqua hanno infatti evidenziato che la schiuma avvistata è stata prodotta da alcuni additivi biologici normalmente utilizzati negli impianti di depurazione. Tali additivi, in particolari condizioni ambientali, soprattutto in caso di acqua molto fredda, come si sta verificando in questi giorni, creano alcuni microrganismi, detti filamentosi, che non sono inquinanti, ma generano appunto sostanze schiumose non particolarmente belle a vedersi, ma del tutto inoffensive per la salute dell’uomo e per la natura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiuma nel Brenta dal depuratore, Etra: “Nessun inquinante”
PadovaOggi è in caricamento