menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nessuno sciopero

Nessuno sciopero

Ascom, revocato lo sciopero dei benzinai padovani

Pompe di benzina in funzione. I benzinai dell'Ascom di Padova hanno scelto di non partecipare allo sciopero. Paolo Padoan: "Il governo non ci ascolta. Aumento di 0,013 euro a partire dal prossimo inizio d'anno"

Niente sciopero dei distributori di benzina. I benzinai iscritti all’Ascom hanno deciso di non aderire all’astensione dall’attività indetta per oggi, mercoledì e giovedì da alcuni sindacati per abbattere i costi di tasse e Iva.

I MOTIVI. “Lo sciopero – spiega Paolo Padoan, leader dei gestori di impianti carburanti aderenti all’Ascom – è il solito rito stantio che dovrebbe consentirci di presentarci col cappello in mano davanti al governo per chiedere la classica elemosina. A parte il fatto che non so fino a che punto esista un governo e se è minimamente interessato alle nostre richieste, è evidente che dobbiamo operare in maniera innovativa prevedendo di applicare noi stessi, in sostituzione del “bonus” un aumento di 0,013 euro a partire dal prossimo inizio d’anno”.

POMPE “BIANCHE”. Ma Padoan sostiene che molti benzinai, indipendentemente dall’appartenenza a un determinato gruppo sindacale, eviteranno d’incrociare le braccia. “Quasi nessuno dei nostri colleghi è disposto a chiudere l’impianto in una regione come la nostra dove abbiamo raggiunto una percentuale intorno al 15% di pompe “bianche”, ovvero indipendenti, che è impensabile possano rinunciare a lavorare. Lo sciopero è ormai superato nei tempi e nel metodo”.

FEGICA E FAIB. Nonostante un tentativo di mediazione governativa, i gestori di Fegica e Faib confermano la serrata dei distributori dalle 19 di oggi. Lo rende noto un comunicato delle associazioni in cui il governo viene definito capace solo di accollarsi “vecchi impegni mai rispettati”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento