rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Scippatore seriale finisce in carcere: cinque i colpi, le sue vittime erano ultrasettantenni

Adottava sempre lo stesso modus operandi: individuava i soggetti da colpire in strade poco affollate, le avvicinava a bordo della sua Fiat Punto, con targa coperta da un lenzuolo, le scippava e poi si dileguava velocemente. In manette un 36enne di Arzergrande

Al termine di un’articolata attività di indagine, martedì mattina la squadra mobile della questura di Padova ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Padova Margherita Brunello, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Peraro, nei confronti di Z.F., imprenditore agricolo di  36 anni, residente ad Arzergrande, pregiudicato per reati di spaccio, responsabile di cinque scippi commessi a partire da ottobre nei confronti di donne, per lo più ultrasettantenni.

MODUS OPERANDI.

L’uomo adottava sempre lo stesso modus operandi: individuava le sue vittime, in strade poco affollate, le avvicinava a bordo della sua Fiat Punto, con targa coperta da un lenzuolo, le scippava e poi si dileguava velocemente. Il 5 novembre scorso F.Z. e la sua compagna L.J., 39 anni, residente a Brugine, entrambi tossicodipendenti, vennero arrestati per scippo in concorso e denunciati per ricettazione. L'arresto scattò in seguito alla segnalazione di una 29enne moldava vittima di un tentato scippo in via Algarotti.

SESSO E CRACK IN AUTO.

Gli agenti avevano individuato i due rapinatori in un'auto parcheggiata tra due mezzi pesanti in via Cadorna, ancora con il lenzuolo che copriva la targa. All'interno i due stavano amoreggiando: lei stava facendo sesso orale a lui. I poliziotti sono intervenuti e hanno trovato la coppia in evidente stato di euforia, che aveva anche una pipa artigianale per fumare il crack. All’interno del bagliaio della vettura erano state trovate tre borse da donna risalenti a furti ad anziane compiuti il 29 ottobre: il primo ai danni di un’anziana di 79 anni, in via Vittorio Veneto, scippata della borsetta che teneva a tracolla, contenente denaro, documenti, chiavi del veicolo; il secondo, nel pomeriggio, ai danni di una giovane romena, che stava rincasando in bicicletta in via Boiardo, ma fallendo il colpo in quanto la borsa era legata al manubrio. Il terzo la mattina del 2 novembre, in in via Tre Garofani, ai danni di una donna di 72 anni, afferrandole la borsetta che teneva al braccio, contenente soldi, documenti ed il cellulare. Il quarto, il 4 novembre, ai danni di un’anziana di 80 anni, che, nel rincasare, era stata avvicinata da un’autovettura di colore scuro e scippata della propria borsetta contenente documenti e tessere, in via Trieste di Vigorovea di Sant’Angelo di Piove di Sacco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippatore seriale finisce in carcere: cinque i colpi, le sue vittime erano ultrasettantenni

PadovaOggi è in caricamento