menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sla, scoperta straordinaria: comunicare con la forza del pensiero

E' stato scoperto dai ricercatori del Dipartimento di Psicologia generale dell'Università di Padova un nuovo sistema che permette ai pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica di comunicare con degli elettrodi senza muovere nemmeno gli occhi

Importante passo avanti della ricerca sulla Sla da parte dell'Università di Padova.

LA SCOPERTA RIVOLUZIONARIA. I ricercatori del dipartimento di Psicologia generale, infatti, hanno messo appunto un programma di pc in grado di leggere la forza del pensiero.

MORTE IMPROVVISA GIOVANILE: LE SCOPERTE DELLA RICERCA

IL PROGRAMMA. Sì proprio così. Proprio con questa rivoluzionaria scoperta, ai pazienti affetti dalla sclerosi laterale amiotrofica non servirà più nemmeno muovere gli occhi, come sta accadendo per le attuali tecnologie. Basterà avere degli elettrodi applicati esternamente sul capo che, captando il segnale bioelettrico sottostante, interpretano la volontà del malato grazie a un cursore che su un monitor si sposta verso l'immagine che il paziente ha scelto con la sola "forza del pensiero".

MIGLIOR QUALITA' DI VITA. Il professor Konstantinos Priftis, coordinatore del progetto, in collaborazione con l'IRCCS San Camillo (Lido-Venezia) e con il Politecnico di Milano, ha dichiarato: “Abbiamo dimostrato l'efficacia del nostro sistema Bci in un gruppo di pazienti affetti da Sla a diversi stadi di malattia. Andando ad "educare" pazienti affetti da Sla non ancora negli stadi più gravi della malattia, si può insegnare loro ad usare in modo efficace il sistema di comunicazione bci, migliorando la loro qualità della vita, rendendo possibile l'interazione con i familiari e i medici coinvolti nelle loro cure".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento