Scout speed a Solesino: bocciato in appello l’annullamento delle multe, vanno pagate

Il giudice di pace di Este aveva accolto i ricorsi degli automobilisti multati con gli autovelox mobili ma il Tribunale di Rovigo ha ribaltato la decisione

E’ stata ribaltata la decisione del Giudice di pace di Este di annullare le moltissime multe fatte a Solesino dalla polizia grazie al discusso sistema dello “scout speed”. Il giudice d’appello del Tribunale di Rovigo ha infatti stabilito che le contravvenzioni sono legittime, e così l’utilizzo del dispositivo. 

LA VICENDA. I ricorsi dei cittadini multati con il sistema dello “scou speed”, l’autovelox mobile che può essere utilizzato anche a bordo delle auto della polizia locale, erano stati accolti nel febbraio del 2014 dal giudice di pace di Este, che aveva deciso di annullare le multe, ma già nel marzo 2014, una lettera dal ministero dei Trasporti sanciva la legittimità del sistema. 

LA SENTENZA. Secondo il giudice d’appello di Rovigo, se in possesso di tutte le omologazioni necessaria, lo scoop speed può tranquillamente essere impiegato: le multe, dunque, vanno pagate. In primo grado il collega di Este aveva rilevato che un dispositivo del genere confliggeva con l'obbligo di segnalazione dell'attività di rilevazione in corso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno in autostrada: esplode tir, carbonizzato l'autista, feriti due lavoratori

  • Tragedia in serata: uomo azzannato dai suoi rottweiler viene trovato senza vita dalla compagna

  • Sorpresa dalle previsioni meteo: neve in arrivo anche a Padova e provincia?

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • Scopre due persone che dormono nel suo garage: una era la proprietaria dell'immobile

  • Rubano un'auto con dentro un bimbo e si schiantano: tre ladri in manette, erano ubriachi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento