menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I volontari impegnati durante la traslazione del corpo di San Leopoldo

I volontari impegnati durante la traslazione del corpo di San Leopoldo

Al via la scuola di formazione della Croce Verde: 260 volontari, molti giovani, più servizi

Sono già 1507 volontari impegnati 24 ore su 24 nei servizi di assistenza e soccorso, centinaia nuove richieste. In più, rispetto al passato, nuove possibilità grazie anche alla generosità dei privati

Un esercito silenzioso e solidale di 1507 volontari impegnati 24 ore su 24 nei servizi di assistenza e soccorso, che ogni anno si arricchisce di nuove leve: sono ben 130 gli aspiranti volontari iscritti al corso della Scuola di formazione di croce Verde Padova al via in questi giorni, mentre un secondo corso partirà a febbraio, portando a 260 il numero complessivo dei volontari formati in un anno.

103° FESTA ANNUALE. Numeri che restituiscono le dimensioni e la portata dell’impegno nel territorio della Pia Opera, che domenica 18 settembre a partire dalle ore 9 si riunirà al centro congressi Papa Luciani di Padova per la 103esima festa annuale. Un appuntamento atteso occasione per ritrovarsi in un clima di amicizia e condivisione, rinnovare la riflessione sui valori che “muovono” l’azione dei volontari, fare il punto sull’attività di Croce Verde Padova e assegnare un riconoscimento ai militi e ai donatori di sangue che si sono distinti per assiduità nel servizio.

DATI POSITIVI. I dati che fotografano l’attività 2015 certificano un aumento dell’impegno: rispetto al 2014, i servizi, in media 216 al giorno, sono cresciuti complessivamente del 3,4%, le ore di volontariato - 276mila in totale - hanno registrato un incremento del 17%. Significativo anche lo sforzo sul fronte degli investimenti: in totale sono 14 le nuove ambulanze acquistate nell’ultimo anno e dotate delle più moderne attrezzature sanitarie.

TAXI SANITARIO. Non solo: "I primi otto mesi di quest’anno - spiega il presidente Carlo Bermone - hanno visto un notevole aumento delle richieste di servizi di taxi sanitario, ovvero i trasporti che non hanno carattere di emergenza: se l’anno scorso sono stati 45mila quest’anno già registriamo un incremento del 10% e prevediamo di superare ampiamente i 50mila. Siamo riusciti a far fronte a questo straordinario impegno grazie al generoso sforzo dei nostri volontari. La presenza così nutrita di giovani che chiedono di spendere il loro tempo per gli altri e per far questo accettano di seguire un impegnativo percorso di formazione biennale è per noi, ma anche per l’intera società, un segnale davvero incoraggiante. A sostenere la nostra Pia Opera è poi la generosità di tante aziende del territorio e di centinaia di privati cittadini. Nei mesi scorsi in particolare due famiglie hanno voluto dimostrarci la loro vicinanza donandoci due ambulanze: un gesto di generosità che ci ha davvero commosso". Ad oggi il servizio diurno di taxi sanitario può contare su 20 ambulanze, mentre nell’attività di Suem 118 sono impegnati sei mezzi 24 ore su 24: a questi veicoli sempre operativi si aggiungono 4 mezzi sempre pronti per i trasferimenti degli organi destinati ai trapianti. Lo scorso febbraio un’ambulanza donata dalla Fondazione Cariparo è stata invece destinata a un trasporto decisamente “straordinario”: Croce Verde Padova è stata impegnata con i suoi mezzi e i suoi volontari nella Traslazione del Corpo di San Leopoldo in occasione del Giubileo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento