menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, la Provincia consegna tre istituti messi a nuovo per 3 milioni

Lunedì, l'assessore provinciale all'Edilizia scolastica Gilberto Bonetto ha consegnato i lavori di adeguamento e manutenzione ai dirigenti scolastici del Duca degli Abruzzi, del Ruzza-Calvi e del Duca d'Aosta a Padova

La Provincia ha terminato i lavori di manutenzione, adeguamento e miglioramento degli spazi negli istituti Duca degli Abruzzi, Ruzza-Calvi e Duca d’Aosta di Padova. Gli interventi hanno comportato una spesa complessiva di 3 milioni 160 mila euro e sono stati consegnati lunedì mattina dall’assessore provinciale all’Edilizia scolastica Gilberto Bonetto ai dirigenti scolastici del Duca degli Abruzzi Anna Bottaro, del Ruzza Anna Maria Addante, del Calvi Cinzia Bettelle e del Duca d’Aosta Alberto Danieli.

L'ASSESSORE. “Nonostante le progressive diminuzioni alle risorse finanziarie e le difficoltà di bilancio imposte dal patto di stabilità – ha spiegato l’assessore Bonetto – come Provincia abbiamo fortemente voluto mantenere prioritario l’impegno di mettere in sicurezza e rendere più funzionali gli istituti di nostra competenza. L’impegno è stato quello di garantire ai ragazzi che studiano e si stanno formando per il loro futuro, ai docenti e al personale in servizio, condizioni di vita e di lavoro quanto più sicure e moderne possibili”.

DUCA DEGLI ABRUZZI. L’intervento al Duca degli Abruzzi è consistito nel rifacimento di stalla, aula didattica, servizi vari, sala mungitura e fienile. È stata ammodernata anche l’area di via Merlin che comprende l’azienda agricola e gli edifici scolastici. La stalla può ora contare su una capacità complessiva di 71 capi. L’importo finale dei lavori ammonta a 1.293.847 euro.

RUZZA-CALVI. I lavori al Ruzza-Calvi hanno compreso l’adeguamento dell’intero complesso scolastico alla normativa vigente per la prevenzione incendi. Sono state quindi realizzate opere murarie, partizioni e controsoffitti atte a garantire la resistenza al fuoco, porte interne tagliafuoco, impianti elettrici e impianti termosanitari. Infine, sono stati adeguati anche i presidi antincendio con nuova cartellonistica di sicurezza e nuovi estintori. L’importo complessivo è di 376.378 euro. Sempre al Ruzza-Calvi, è stato necessario anche dare il via a un intervento di manutenzione straordinaria al tetto per un importo complessivo di 150.000 euro. L’opera ha compreso la prima parte di un lavoro più ampio che mira alla totale eliminazione del pericolo di distacchi dei controsoffitti dell’ultimo piano. Il primo lotto appena concluso ha riguardato una superficie di 800 metri quadri e ha incluso la rimozione dei controsoffitti esistenti, la realizzazione di un impalcato nel sottotetto e di nuovi controsoffitti fonoassorbenti, l’installazione di nuovi apparecchi di illuminazione e la tinteggiature di aule e corridoi interessati dall’intervento. Si è inoltre provveduto alla sistemazione di due locali fatiscenti che si trovano in prossimità dell’ascensore per ricavare un laboratorio tessile. Si sta predisponendo, per completare l’intervento, anche un secondo stralcio di lavori da eseguire nel 2015 dell’importo stimato di circa 300mila euro.

DUCA D'AOSTA. All’Istituto Duca d’Aosta, la Provincia ha eseguito lavori di adeguamento alle norme di sicurezza per la prevenzione incendi e per l’impianto elettrico. L’importo investito è di 1.100.000 euro e ha usufruito di un finanziamento da parte del Miur di 300mila euro. Le opere hanno riguardato in particolare la realizzazione del prolungamento della scala interna a ridosso della sala dei Carmeli dal primo al secondo piano in modo da renderla a prova di fumo. Sono state poi eseguite le necessarie compartimentazioni, è stata realizzata una scala esterna di sicurezza, la riserva idrica antincendio, un impianto di luci d’emergenza e rilevazione fumi. Per gli studenti disabili, è stata fatta una piattaforma per l’accesso ai piani e un servizio igienico. Sono stati rifatti i controsoffitti e installati nuovi corpi illuminanti anche nei corridoi e nelle aule. Sono state inoltre ammodernate le linee elettriche e rifatti i pavimenti. Infine, l’istituto è stato oggetto anche di un’approfondita verifica strutturale e di ripristini specifici in seguito al locale cedimento del 12 aprile 2013: le attività proseguiranno anche in collaborazione con il comune di Padova che condivide l’uso di parte dell’edificio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento