rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca Trebaseleghe

In sei a giudizio per il caso di sfruttamento a Grafica Veneta. Archiviazione per il manager Franceschi

Degli indagati rinviati a giudizio, sei, tra cui il titolare della Bm Service, Badar Arshad Badar di 55 anni e i suoi due figli, sono tuttora in carcere

L'inchiesta sul caporalato che ha coinvolto un'azienda così importante come Grafica Veneta è arrivata a un punto di svolta.

Procura

La Procura di Padova infatti ha chiesto ben 12 rinvii a giudizio e 5 archiviazioni nell'ambito dell'inchiesta su intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.  Al centro dell'inchiesta la Bm Service di Trento: forniva manodopera ad aziende padovane come appunto Grafica Veneta Spa e di Trebaseleghe e Barizza International Srl di Loreggia. 

Inchiesta

L'inchiesta nel luglio 2021 aveva portato agli arresti di 11 persone, indagate per caporalato nei confronti di 11 lavoratori pakistani, assunti dalla BM Service. L'acciusa ai titolari è quella sfruttamento e maltrattamenti  di operai pachistani, i quali venivano costretti a turni di 12 ore al giorno, senza perlatro percepire alcuna indennità. Degli indagati rinviati a giudizio, sei, tra cui il titolare della Bm Service, Badar Arshad Badar, 55 anni, e i suoi due figli, sono tuttora in carcere.

Grafica Veneta

Richiesta di archiviazione per Fabio Franceschi, titolare di Grafica Veneta «non essendo state raccolte prove a suo carico - scrive il procuratore di Padova Antonino Cappelleri - circa la consapevolezza della situazione dei lavoratori stranieri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In sei a giudizio per il caso di sfruttamento a Grafica Veneta. Archiviazione per il manager Franceschi

PadovaOggi è in caricamento