rotate-mobile
Cronaca Brentelle / Via Brentella

Incinta di quattro mesi confezionava le dosi, i complici le piazzavano nella piazza padovana

Quattro arresti, tra cui una donna, messi a segno ieri a Selvazzano dalla Squadra mobile. Disarticolato un traffico di eroina e cocaina e recuperati oltre 2mila euro in contanti provento di precedente attività illecita

La base logistica dello spaccio era stata scelta in un appartamento anonimo di Selvazzano lontano da occhi indiscreti. Qui venivano preparate le dosi e nascosti i proventi dell'attività illecita. Gli investigatori della Squadra mobile sono riusciti a disarticolare una banda dedita alla cessione di droga. Si tratta di tre uomini ed una donna tutti nordafricani, di età compresa tra i 31 e i 38 anni, due dei quali irregolari sul territorio nazionale, che aveva scelto un alloggio di via Brentelle a Caselle di Selvazzano per movimentare i propri traffici illeciti. 

La piazza padovana

La droga sequestrata nell'operazione di ieri era destinata alla piazza padovana, dalle Piazze, alla Stazione, a tutti i luoghi di aggregazione, i pusher facevano affari d'oro e pensavano che rimanere distanti dal centro storico come residenza bastasse per agire indisturbati. Non sapevano però che gli investigatori ne avevano studiato i movimenti e non aspettavano altro che il momento propizio per procedere agli accertamenti. 

I fatti 

Ieri mattina, 29 settembre, una pattuglia della Squadra mobile della Questura, muovendosi lungo corso del Popolo ha notato un uomo, 31 anni incensurato, faccia conosciuta agli investigatori, che si muoveva con fare sospetto. Lo straniero ha subito capito di essere pedinato e ha provato ad accelerare il passo dirigendosi verso riviera dei Ponti Romani. E' stato prontamente raggiungo e bloccato. Dalla perquisizione è stato trovato in possesso di due dosi di eroina e un mazzo di chiavi. Precedenti attività investigative avevano permesso ai poliziotti di capire quale fosse il suo alloggio a Selvazzano. Si è così deciso di andare ad effettuare una perquisizione di iniziativa con il forte sentore che ci potessero essere importanti sviluppi all'attività. 

L'appartamento

Una volta all'interno dell'appartamento al primo piano di un condominio di via Brentelle, gli investigatori hanno sorpreso in una stanza una donna, anch'essa trentunenne, e un uomo di 38 anni che stavano confezionando dosi di droga. Senza che la coppia avesse margini di movimento, sono state sequestrate 41 dosi di eroina e 29 dosi di cocaina, oltre ad un calzino dove all'interno sono stati rinvenuti tre ovuli ancora integri di eroina per complessivi 65 grammi. La perquisizione ha interessato anche le altre stanze. In una di queste è stato individuato un nigeriano irregolare sul territorio nazionale di 25 anni che nella stanza custodiva ulteriori 11 dosi di eroina nascoste dentro un rotolo di carte igienica e cinque ovuli della medesima sostanza per ulteriori 60 grammi che aveva occultato dentro il cassone del basculante della finestra. Ma non è tutto: sotto un materasso sono stati scoperti altri 10 grammi di eroina e un bilancino di precisione. L'uomo era in possesso anche di 1.225 euro che deteneva nella tasca di una camicia. Nell'ultima stanza perquisita, aperta con una chiave in uso al trentunenne intercettato in corso del Popolo, sono state recuperate altre 16 dosi di eroina e 1.060 euro in banconote di piccolo taglio.

Sequestri e provvedimenti

Droga e denaro, sicuro provento di precedente attività illecita sono stati sequestrati. I quattro personaggi intercettati sono stati accompagnati negli uffici della Questura e dell'attività è stato messo al corrente il pubblico ministero di turno. Ebbene, i tre uomini sono stati arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio in concorso e al termine delle formalità di rito sono stati associati alla Casa circondariale Due Palazzi di Padova. La donna, al quarto mese di gravidanza, è stata arrestata per i medesimi reati e posta agli arresti domiciliari a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incinta di quattro mesi confezionava le dosi, i complici le piazzavano nella piazza padovana

PadovaOggi è in caricamento