menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I fatti sono avvenuti lo scorso febbraio

I fatti sono avvenuti lo scorso febbraio

Sequestra e picchia la ex con dei complici, 3 arresti nel Padovano

In manette un 28enne e un 20enne romeno domiciliati e residenti a Fontaniva, più un connazionale coetaneo di Tezze sul Brenta. Il fatto è avvenuto a febbraio. La giovane vittima 22enne era stata prelevata da un bar a Vicenza

Per sua fortuna un passante aveva visto tutto e chiamato i carabinieri. La brutta disavventura di una 22enne romena sequestrata a suon di percosse si è così conclusa e, dopo le ricerche del nucleo investigativo dei carabinieri di Vicenza, i tre connazionali presunti colpevoli sono stati infine identificati ed arrestati.

IL SEQUESTRO. I fatti di violenza risalgono allo scorso febbraio. La ragazza aveva interrotto una relazione sentimentale con uno dei tre romeni. L'ex fidanzato, Ghiorghita Ghiocel A., 28 anni, domiciliato a Fontaniva, non ha però accettato la sua scelta al punto di organizzare un sequestro. Secondo quanto emerso dalle indagini, avrebbe avvicinato la giovane vicino a un bar di Vicenza. Dopo averla colpita ripetutamente con calci e pugni e averla caricata in auto, si sarebbe diretto a forte velocità verso l'autostrada, in direzione di Milano. Il tutto con l'aiuto di due suoi amici: Marius P., 20enne residente a Fontaniva, e Stelu Sergiu C., 20enne residente a Tezze sul Brenta. Giunti a Calvisano nel Bresciano, gli indagati si sono fermati in un bar per bere qualcosa: a quel punto, la ragazza ha tentato di fuggire, ma sarebbe stata bloccata dall'ex che l'avrebbe percossa, trascinandola poi a "peso morto" per i capelli verso la vettura.


NUOVA VITA PER SFUGGIRE ALL'EX. A seguito dell'allarme lanciato da un passante e all'arrivo sul posto dei carabinieri di Brescia, i malviventi si sono dati alla fuga abbandonando sul posto la ragazza. I militari dell'arma, sulla base della denuncia della vittima, hanno avviato le indagini che hanno portato all'arresto dei tre romenI. Per paura di essere nuovamente rapita, la 22enne ha cambiato numero di telefono, si è licenziata dal lavoro ed è andata a vivere in un altro comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento